Alexis Mabille porta a Cannes la sua alta moda da sogno

di Sandra Rondini Commenta

Ogni sfilata di alta moda a Parigi di Alexis Mabille è sempre un evento, un miracolo di design, colori, inventiva in equilibrio tra eleganza e stravaganza. Per questo quando abbiamo saputo che a Cannes avrebbe vestito con la sua alta moda le attrici Elise Lhomeau e Anne Consigny e il duo Les Brigittes, due cantanti francesi molto in voga nella terra d’Oltralpe, non vedevamo l’ora di poter ammirare i look scelti per il Festival di Cannes, vetrina formidabile, soprattutto per un giovane, ma già affermato couturier dal talento poliedrico.

L’abito più bon ton e ladylike è stato indossato dall’attrice Elise Lhomeau che ha scelto un look della collezione Alexis Mabille Couture per la prima del film “Holy Motors” del regista Leos Carax. Un abito con gonna a corolla e bustier con preziosissimi ricami neri su sfondo di raso. Bon chic bon genre, davvero delizioso. Molto più glam e nel colore di stagione, il rosa-cipria, l’abito che l’attrice  Anne Consigny ha scelto di indossare per la presentazione del film “Vous n’avez encore rien vu” del geniale regista francese Alain Resnais.

Fa parte della collezione Alexis Mabille Couture primavera-estate 2012 ed è un modello iperfemminile con bustier stretto, segnato in vita da un grande fiocco, che poi si apre in una lunga nuvola di tulle con leggero strascico. Un modello da vera principessa, perfetto per un red carpet! Infine, grazie ad Alexis Mabille abbiamo avuto modo di conoscere due artiste molto bizzarre, Les Brigittes, duo di cantanti francesi molto in voga nella terra d’Oltralpe. Le due, simpaticissime e brillanti, che hanno giocato a lungo con i fotografi esibendosi in molte pose originali, erano a Cannes sempre per la premiere del film “Vous n’avez encore rien vu” del regista Alain Resnais.

Aurélie Saadaha indossato un lungo abito color tabacco impreziosito da un coprispalle in pelliccia della collezione Alexis Mabille Couture autunno/inverno 2011-2012, mentre Sylvie Hauro ha optato invece per un  lungo abito in seta degradée drappeggiato con frange sempre della stessa collezione invernale di Alexis Mabille Couture che tra un mese circa siamo ansiosi di ammirare a Parigi con la sua nuova collezione di alta moda.

credit image | Getty