AltaRoma gennaio 2012: torna il sogno dell’alta moda tra grandi nomi e giovani emergenti

di Sandra Rondini Commenta

altaroma gennaio 2012 collezioni alta moda estate 2012

Si terrà dal 28 al 31 gennaio 2012 la settimana dell’alta moda capitolina, AltaRomAltaModa. Una edizione per nulla scontata, oltre che per le proposte che si spera verranno dalle passerelle, dove verranno presentate le collezioni haute couture primavera-estate 2012, anche per lo svolgimento stesso della manifestazione, in forse fino ai primi giorni di dicembre, secondo rumors preoccupanti.

Ma alla fine, a quanto pare, AltaRoma ci sarà e questa è una bella notizia per chi ama la moda e crede nella magia delle bellezza che non è mai superflua, ma sempre necessaria. Anche se in pochissime al mondo possono permettersi uno favoloso abito di alta moda, guardare dove può arrivare l’ingegno e la creatività umana quando non è stretta nelle briglie del marketing e può favolosamente esprimersi in modo autentico e libero è sempre un’esperienza liberatoria.

Se ne può sempre trarre, oltre al godimento estetico, una spinta a migliorare il proprio look sperimentando nuove mise e accessori iper originali, senza rassegnarsi a ciò che passa il convento (ossia i trend di stagione). L’alta moda non è solo un’operazione commerciale che serve a vendere un sogno: chi non può acquistare l’abito, pur di far parte di quel sogno acquisterà il profumo o un accessorio della griffe.


Vogliamo credere che la mente umana non sia più così suggestionabile e piuttosto pensi a trarre ispirazione e spunto nel quotidiano per realizzare, da sola chi sa e dalla sarta chi può, certi incredibili scolli e drappeggi ammirati in passerella. L’hanno fatto le nostre nonne in passato e torneremo a farlo anche noi nel nostro piccolo perchè la manualità e la creatività sono un bene raro e prezioso che solo l’alta moda può spingerci a riscoprire.

Il pret-a-portér vive di logiche industriali, è un dardo scagliato precisamente contro un obiettivo e si esaurisce in quella traiettoria, ossia in quella stagione. L’alta moda, per rubare le parole al grande scrittore americano James Ellroy, è invece “un proiettile, dotato solo di futuro”. Un futuro eterno, credeteci. Tra tanti anni, come già accede oggi ammirando i capi che hanno fatto la storia dell’alta moda italiana, guarderemo a queste immagini con nostalgia e ricorderemo questi capi meravigliosi, dotati di una bellezza inscalfibile dal tempo. Anzi, il tempo, aggiungerà loro nuovo fascino.

Per questo amiamo l’alta moda, per questo ne siamo perdutamente innamorati. In calandario quest’anno, oltre ad importanti eventi collaterali come “Roma New Generation”, “A.I Artisanal Intelligence”, un omaggio al grande Lancetti reinterpretato dalla designer Caterina Gatta, la mostra d’eccellenza “Limited Unlimeted”, “Room Service” con sartorialità creativa on demand, Silvina Maestro come guest designer e la mostra fotografica di Wayne Maser, sono tanti i grandi nomi che sfileranno in passerella nella splendida cornice del Complesso Monumentale di Santo Spirito in Sassia.

Tra i tanti citiamo Fausto Sarli, Gattinoni, Marella Ferrera, Renato Balestra, Tony Ward, Camillo Bona, Nino Lettieri, Stella Jean, Raffaella Curiel, Jack Guisso, Abed Mahfouz, Giada Curti, Marta Ferri, Gianni Molaro e Angelo Bratis. A tutti loro va il nostro speciale in bocca al lupo e una dichiarazione di amore incondizionato all’alta moda.