Ermanno Scervino sceglie la pronipote di Hemingway per l’adv a/i 2012-2013

di Sandra Rondini Commenta

Dree Louise Hemingway Crismane è la nuova illustre testimonial della campagna stampa autunno/inverno 2012-2013 dello stilista italiano Ermanno Scervino. Sua madre è Mariel Hemingway, nipote diretta del grande scrittore Ernest Hemingway, in quanto figlia del fratello e il cognome, certo, è altisonante perché Dree è la pronipote di Ernest, ma non è una novellina, anzi.


Ha venticinque anni e lavora come modella dal 2009 quando ha fatto il suo debutto in passerella per la sfilata di moda autunno/inverno di Givenchy a Parigi. Nel 2010 è diventata il nuovo volto  di Gianfranco Ferré ed è già stata testimonial per Gucci, Jean-Paul Gaultier, Valentino, Chanel e Paco Rabanne. Ora, è la volta di Ermanno Scervino che per lei ha voluto un’ambientazione equestre e un po’ surreale perché Dree, in abiti casual o vestita da sera, è sempre in compagnia di un purosangue nero, metafora di nobiltà ed eleganza assoluta, ma anche di libertà e anticonformismo puro.

Un’accoppiata molto chic voluta dal fotografo di moda Francesco Carrozzini che ha firmato le foto della nuova campagna di Scervino, realizzata a New York in una scuderia dismessa, con pareti in metallo arrugginito dal tempo e pavimenti sporchi e trascurati. Un’ambientazione che si contrappone decisamente agli outfit così perfetti e charmant indossati da Dree Hemingway durante lo shooting dell’adv a/i 2012-2013 con gli abiti dell’ultima collezione dello stilista dall’appeal anticonvenzionale e libero.

Un gioco degli opposti che affascina e convince. D’altronde Ermanno Scervino è maestro di seduzione e con la sua moda ha sempre cercato di esaltare al massimo la femminilità delle donne creando silhouette ricercate, sexy e affascinanti. Dree Hemingway ne è l’interprete ideale non solo per via del suo cognome, visto che come modella è molto apprezzata da anni dalle griffe più prestigiose, ma per il suo spirito ribelle eppure sempre così femminile e sofisticato.