Europeana Fashion, nasce il più grande catalogo virtuale della moda

di Sandra Rondini Commenta

In un’epoca come la nostra dove a Roma non riescono nemmeno a mettere su, dopo tante promesse elettorali una Casa della Moda che raccolga il meglio delle collezioni couture che hanno reso grande, un tempo, la Capitale nel mondo, fa piacere vedere che almeno il web si muove e sta per regalare ai fashion-internauti addirittura un archivio digitale del fashion, “Europeana Fashion.

Proprio come quello che ha dovuto creare Valentino dopo che la sua città d’adozione, sempre Roma, gli ha negato l’onore di un Museo esclusivamente a lui dedicato e il grande maestro di Voghera ha ripiegato prima su Parigi e poi sul digitale con grande successo, dimostrandosi ancora una volta un pioniere nel suo campo. Il progetto di cui, però, parliamo in questo post non riguarda solo Valentino, ma tante altre maison e stilisti che da maggio di quest’anno faranno parte del progetto triennale “Europeana Fashion”, un grande catalogo virtuale che permetterà di pubblicare in rete circa 700mila oggetti legati alla moda, dagli abiti agli accessori storici, dalle fotografie ai manifesti, dai disegni ai bozzetti, dai video fino ai cataloghi di moda. Un autentio paradiso su cui passare ore e ore alla ricerca di ispirazione o, anche solo, di un po’ di bellezza.

Il network “Europeana Fashion” riunisce 22 partner di 12 diversi Paesi europei, tra cui musei pubblici e privati, archivi e collezioni, oltre a tre partner tecnici e 19 fornitori di contenuti. L’obiettivo è quello di raccogliere materiale legato alla moda, dall’inizio del XX secolo fino agli anni più recenti. Il progetto, cofinanziato dalla Commissione Europea, è coordinato dalla “Fondazione Rinascimento Digitale“, un’organizzazione privata senza scopo di lucro sostenuta dall’Ente “Cassa di Risparmio di Firenze“, con sede a Firenze, nata per sviluppare e promuovere l’adozione di tecnologie Ict nell’ambito dei Beni Culturali.

Il progetto sarà inaugurato ufficialmente in Italia, a Firenze, il che è un grande onore alla faccia di chi vuole il nostro paese in tale crisi creativa da essere abbandonato da sempre più griffe che scelgono altri palcoscenici su cui sfilare e vedremo con quale successo. In ogni caso, il progetto triennale “Europeana Fashion” sarà presentato il prossimo 17 e 18 aprile durante la conferenzaFashion Industry and the Glam Community”, in programma a Firenze cui parteciperanno diversi studiosi, curatori, media expert e opinion leader del mondo della moda per indagare le possibili connessioni e interazioni tra moda, cultura e web 2.0.

Rispondi