Uscher sceglie Moschino e Lady Gaga rende omaggio a Audrey Hepburn di “Colazione da Tiffany”

di Sandra Rondini Commenta

lady gaga audrey hepburn moschino little black dress

Probabilmente l’ha fatto apposta. Lady Gaga non è un personaggio che per uscire si mette la prima cosa che le capita, anzi, oltre ad essere una grande performer on stage, è diventata negli anni un’icona fashion grazie ai suoi outfit iperbolici disegnati per lei dai più grandi stilisti visionari del mondo, da Versace a Nicola Formichetty by Thierry Mugler, da Vera Thordardottir a Riccardo Tisci per Givenchy.

Quindi non ci ha stupito vederla arrivare alla cerimonia iHeartRadio Music Festival tenutosi al MGM Grand Garden Arena di  Las Vegas con indosso un semplice little black dress. Troppo low profile? Non proprio. In crepe con balza in vita e fiocco in gros grain, questo delizioso abitino nero appartiene all’ultima collezione autunno/inverno 2011/2012 di Moschino e sembra ispirarsi alla più grande icona fashion di sempre, così semplice, sofisticata, altera e raffinata: Audrey Hepburn.


Alla mitica attrice bastavano outfit come questi per essere perfetta e incantare non solo i suoi fan, ma il mondo intero. Aveva un gran gusto, lei figlia diuna nobildonna olandese, ma non era un gusto dettato dall’etichetta, ma qualcosa di assolutamente innato dentro di lei. I modi, il sorriso, l’allure: chi mai potrà dimenticarla?

Quest’anno, tra l’altro, ricorrono i cinquant’anni dell’uscita del film “Colazione da Tiffany” e, in coincidenza con il Festival Internazionale del Film di Roma che si terrà dal prossimo 26 ottobre al 4 dicembre, il Museo dell’Ara Pacis le dedicherà una speciale mostra-tributo con una selezione di scatti inediti, provenienti dagli archivi di famosi fotoreporter, con l’attrice colta in momenti di vita privata, eventi mondani, talvolta anche in situazioni irriverenti, raccontando l’amore di Audrey per Roma che non si esaurì certo quando girò il cult movie “Vacanze Romane”, ma proseguì negli anni tanto che sposò anche un italiano, Andrea Dotti, aristocratico medico di fama mondiale, il 18 gennaio del 1969.

Con tutto questo cosa centra Lady Gaga vi starete chiedendo? A noi piace pensare che abbia voluto rendere un omaggio personale a Audrey, scegliendo un due pezzi nero che ricorda tanto l’abitino che la star hollywoodiana lanciò nel mondo proprio nel film “Colazione da Tiffany”: il mitico little black dress o petite robe noir che dir si voglia. Da quel giorno la moda non è più stata la stessa.

Non crediamo alle coincidenze, Lady Gaga non improvvisa mai un look e questo scelto per la serata mondana di Las Vegas è troppo “Audrey Hepburn” per non esserne né un plagio o tanto meno una dissacrazione, ma solo un omaggio. Ci sono i guanti lunghi fino al gomito (di pelle però, non in raso come Audrey) e la sua strabiliante collana che illumina l’outfit con un touche di luce di grande raffinatezza.

Manca solo il bocchino tra le dita, ma Lady Gaga ha preferito sostituirlo con un altro accessorio, un paio di occhiali scuri, raccogliendosi però i capelli, come Audrey, ma con un acconciatura meno elaborata e più moderna. Chi ha detto che un’icona non debba rendere omaggio a un’icona? Pensate a quante volte Madonna ha omaggiato la più diva di tutte, Marilyn Monroe!

husher iHeartRadio Music Festival moschino

Ma Lady Gaga non è stata l’unica star a scegliere di vestire un capo firmato Moschino per iHeartRadio Music Festival tenutosi al MGM Grand Garden Arena di  Las Vegas. Anche Usher ha scelto il brand italiano per il famoso evento musicale e ha indossato una giacca/bomber in pelle nera con maniche a contrasto in pelle bianca appartenente però alla nuovissima collezione primavera estate 2012.

Una gustosa anteprima e un omaggio solo a Moschino e a come questa griffe, così irriverente e originale, sia sempre il top per tutti i i più grandi artisti di grido.