Lanvin sceglie gente normale per la campagna stampa a/i 2012-2013

di Sandra Rondini Commenta

Il geniale designer della maison francese Lanvin, Alber Elbaz, famoso per il suo look eccentrico e il famoso papillon, ha deciso di utilizzare per la nuova campagna stampa della griffe non famose modelle o celebri testimonial, ma persone comuni, dal cameriere al modista. L’idea è piuttosto originale e si propone sostanzialmente di avvicinare la moda alla gente che data la crisi economica non spende moltissimo e non può più identificarsi con tutto quel mondo di lusso e bellezza che un tempo faceva sognare e adesso causa solo frustrazione perché tanti desideri resteranno nel cassetto, inesauditi.


Inoltre, guardare quei corpi così perfetti delle pubblicità non fa più molto effetto, in parte perché i veri miti ormai sono pochissimi e in parte perchè ormai la gente conosce il potere di un buon programma di fotoritocco. C’è bisogno di concretezza e realtà. Così la maison Lanvin ha voluto dimostrare con la sua nuova campagna pubblicitaria del prossimo autunno/inverno 2012-2013 che la moda è di tutti e per tutti.

Anzi la vera moda, come dimostrano i tanti cool hunter sguinzagliati dalle aziende in giro per il mondo, la fa proprio la gente che anticipa e crea le tendenze poi rielaborate e riproposte in passerella dagli stilisti. Il direttore creativo di Lanvin ha così scelto uomini e donne reali, che fanno molteplici mestieri e di età compresa tra i 18 e gli 80 anni, per un target che più trasversale di così davvero non si può.

Vista la nuova collezione invernale della griffe francese, in effetti, chiunque potrà trovare un capo o un accessorio che gli assomiglia nel profondo data la grande versatilità che caratterizza da sempre le collezioni di Elbaz. La nuova campagna stampa, visibile online in anteprima in un video dal prossimo 21 agosto, è firmata da un genio della fotografia di moda, il grande Steven Meisel che ha scattato le immagini dall’allure punk a New York.