Le Jack bags di Alessandra Carrer

di Federica Perrozziello Commenta

Avete mai sognato di poter modificare il proprio abito senza ricorrere ad ago e filo e soprattutto alla sarta? Ora è possibile e la risposta viene da una giovane designer italiana: Alessandra Carrer. Nata in provincia di Treviso approccia al design grazie ai suoi studi in modelistica e sartoria. Successivamente completa i suoi studi presso l’ Accademia del Lusso, Istituti Callegari di Treviso. La sua formazione sarà di grande aiuto, per il progetto che ha sviluppato e che sicuramente vi lascerà a bocca aprta. La sua collezione, qui presentata, nasce da un’intuizione davvero originale e che sicuramente colpirà l’attenzione di tutte le donne, non solo per la sua utilità e praticità ma anche per il fascino che ne comunica. Dedicato ad un target ben preciso, ad una donna in carriera, ad una business woman, quindi che si caratterizza per la mancanza di tempo, ed i molteplici impegni durante l’arco della giornata.

Così, la designer, crea un modo per trasformare il proprio look a seconda delle occasioni a cui si partecipa, indossando sempre lo stesso elemento. Primogeniti di questa collezione, sono i capispalla che tramite semplici pieghe si trasformano in una borsa. Le Jack bags, ecco il loro nome, sono davvero glamour, hanno uno stile ricercato, dei colori eleganti e raffinati che sicuramente caratterizzando l’abito della donna, possono essere tranquillamente adattate alle diverse esigenze a cui far fronte. La trasformazione avviene grazie ad un attento e studiato sistema di piegature, che permette di modificare rapidamente il capospalla in una borsa perfetta, dallo stile unico e soprattutto dall’eleganza innata. I materiali utilizzati sono principalmente tre: l’ottoman, il tessuto tecnico e la georgette di seta. Grazie all’utilizzo di questo sapiente mix di materiali, si conferisce al coprispalla la giusta rigidità, riuscendo ad adattarsi perfettamente alle forme stabili di una borsa.

Progetto studiato per attirare l’ attenzione della donna, cercando di andare a toccare quei punti più sensibili che la riguardano, come la praticità, il risparmio, perché da un prodotto se ne possono ottenere due, il guadagno di tempo e soprattutto la consapevolezza di comprare un prodotto di moda davvero unico e duraturo nel tempo. E’ possible acquistare questi proottui sul sito della designer. Questo progetto, a mio avviso, incarna la filosofia della moda italiana, soprattutto dei giovani designer, che , in questo momento così critico, cercano di rendere il fashion design più accessibile, caratterizzandolo e potenziandolo di quel valore aggiunto, dettato dalla creatività e dalla varietà  di soluzioni che indubbiamente ne aumentano non solo il fascino ma anche la qualità.

Rispondi