New York Fashion Week, da Vera Wang seducenti minidress e power color

di Sandra Rondini Commenta

vera wang estate 2012 colori

Dici Vera Wang e subito ti vengono in mente favolosi abiti da sposa, nuvole di tulle e pizzi e corpetti ricamati dall’allure romantica e femminile. È proprio nell’alta moda sposa che la famosa stilista ha trovato la sua nicchia di eccellenza, ma anche nel pret à porter ha riscosso diversi consensi e successi. Non ultima la sfilata della collezione primavera/estate 2012 che ha sfilato a New York durante la Mercedes Benz Fashion Week.

Vera Wang viene da studi artistici e si vede. Di lei si sa che ha studiato storia dell’arte alla Chapin School e poi alla Sorbona di Parigi, dove ha iniziato ad avvicinarsi al mondo della moda fino a collaborare con Vogue per ben sedici anni. Nel 1985 è stata nominata direttore artistico da Ralph Lauren e cinque anni dopo ha spiccato il volo in solitaria aprendo, per la gioia di tante spose di tutto il mondo, la sua prima boutique al Carlyle Hotel di New York. Il resto è storia, legata indissolubilmente alla sua città, New York, che lei ama, riamata, profondamente.


Nella sua ultima elegante collezione, dominata da colori chiari ed eterei, Vera Wang gioca con strabilianti asimmetrie dimostrando una notevole padronanza sartoriale e una grande fantasia. I suoi outfit sono come fluttuanti, liberi e scivolosi. Non delineano la silhouette, ma la lasciano libera, senza costrizione alcuna, grazie a tessuti leggeri e impalpabili e strategiche cuciture.

Molto belle le stampe a fantasia blu cobalto, rosa e azzurro, gli abiti a peplo e i minidress bon chic bon genre, ma non troppo perché lasciano intravedere qua e là, grazie a strategiche scollature e spacchi, un pò di maliziosa lingerie. Ma è un tocco appena, Vera Wang è sempre elegante e discreta nel raccontare il suo point of view della seduzione femminile. Che è anche un trionfo di colori, come nel bel finale di sfilata con abiti dalle importanti stampe multicolor, un vero inno all’estate e alla joie de vivre.