Palazzo Pitti, al via il Museo effimero della moda

di Fabiana Raponi Commenta

Al via a Firenze il Museo effimero della moda, la mostra ospitata a Palazzo Pitti che espone ben duecento abiti da collezione firmati dai grandi nomi italiani, Gucci, Armani, Dolce & Gabbana, Valentino e Prada.

museo, moda, firenze

A palazzo Pitti a Firenze nasce il museo effimero della moda. Prodotta da Pitti Discovery, Gallerie degli Uffici e palais Galliera, la mostra intende è stata inaugurata il 13 in occasione dell’apertura di Pitti Uomo e sarà allestita fino al prossimo 22 ottobre. 

Il curatore Olivier Saillard ha riunito pezzi pregiatissimi che hanno fatto la storia del costume dall’Ottocento fino ai giorni nostri includendo abiti e accessori che sono stati creati dalle sartorie più importanti e dagli atelier di moda più celebri ospitati per l’occasione nelle 18 sale dello storico palazzo fiorentino.

L’idea di Saillard, direttore del musèe Galliera di Parigi, è proprio quella di poter reinventare la galleria del costume e della moda di palazzo Pitti rendendo complice della mostra il palazzo e i suoi spazi, consapevoli che nell’arco di pochi mesi, il museo scomparirà e sarà al tempo stesso vittima e testimone del tempo che passa. L’obiettivo è ambizioso: trasformare il Museo effimero della moda nel più bel museo di costume e moda del mondo. Fra le firme presenti, la Sartoria Worth, Mariano Fortuny Venezia, Sartoria Rosa Genoni, Sartoria Emilio Federico Schubert, Roberto Capucci, Sartoria Madeleine Vionnet, Irene Galitzine Roma, Elsa Schiaparelli, Jole Veneziani, Biki, Maison romana d’alta moda Carosa, Nina Ricci, Gianfranco Ferré, Christian Lacroix, ma non manca il contemporaneo con una selezione di capi delle ultime collezioni di Gucci, Rick Owens, Margiela, Bless, Fendi, Armani, Valentino, Prada, Dolce & Gabbana, John Galliano e Lanvin.

Rispondi