Sfilate da ricordare: Chanel e Givenchy Parigi Haute Couture p/e 2012

di Monica De Chirico 1

sfilate-ricordare-givenchy-chanel-parigi-haute-couture-pe-2012

Al suo secondo giorno, Parigi non delude le aspettative con le sue sfilate dedicate all’alta moda per la prossima primavera estate 2012. A parte qualche collezione che ha l’aria del déjà vu, anche per la giornata del 23 gennaio gli stilisti in programma ci hanno affascinato con proposte nuove e degne di una passerella così importante. Chanel con una scenografia che ci riporta in volo, ci fa perlustrare terre del passato che hanno fatto la storia della nostra cultura, con una collezione dal sapore punk più vicina al pret à porter.

Givenchy ci propone una collezione piena di contrasti, ma estremamente affascinante. La genialità dell’arte italiana torna a mostrare il suo splendore nel lavoro di Riccardo Tisci per la Maison francese. La fantasia di Chanel non ha limiti e anche quest’anno ci sorprende con una scenografia che ci fa volare. Il sipario si apre e sembra essere entrati in un aereo o una base spaziale. Modelle trasformate in passeggeri o assistenti di volo con capelli al vento un pò punk.  Abiti interi, tailleur, blu, neri, con scollatura a cratere, spalle appuntite e piccole tasche nascoste. Una couture semplice, da vivere quotidianamente.

Riccardo Tisci ha dichiarato di essersi ispirato al film Metropolis e alla sua atmosfera decostruttiva per la collezione p/e 2012 Givenchy. Un melange di Art Decò, barocco, glamour degli anni venti e trenta, abiti robot, e dettagli metallici e futuristici. Come nella collezione maschile, anche qui le modelle indossano un anello al naso. Creazioni che sembrano statue dove diverse forme artistiche si combinano in modo armonioso e equilibrato, creando dei capi sorprendenti. Una sfilata da ricordare che mostra nel suo splendore il talento italiano di Riccardo Tisci.

Photo:via Vogue

Commenti (1)

  1. GIVENCHY THE BEST!!