White Milano, il salone moda dal 25 al 27 febbraio

di Lorena Scopelliti Commenta

white milano salone moda 25-27 febbraio

Dopo il successo delle edizioni precedenti, torna l’interessante calendario innovativo di White Milano, un vero e proprio concentrato moda di anticipazioni sui trend, sperimentazione e design. Si comincia da sabato 25 febbraio per terminare lunedì 27: come il solito la scaletta è ricchissima e i fashion addicted non possono perdersi gli eventi in programma!

Un evento strategico per il mondo della moda, il salone White è diventato un riferimento imprescindibile per oltre quindicimila buyer e per i brand emergenti e contemporanei scelti per offrire ai visitatori una panoramica a 360 gradi delle tendenze. White riesce anche a snellire il lavoro dei compratori e dei titolari degli showroom, riuscendo a mettere insieme i nomi più interessanti del fashion system.
Si prevede la presenza di circa 350 espositori e tantissimi appuntamenti nelle storiche boutique di Milano ma anche in location inusuali e sorprendenti. Una piccola anticipazione il 23 febbraio con la presentazione delle le nuove vetrine dedicate a uma wang – collezioni p/e 2012. Dal 25 febbraio la scaletta si infittisce a partire dalla la mostra Fotografica Beauty experience e quella Poker, l’anteprima per la stampa della nuova Fragranza Notturno di Meo Fusciuni e per presentare i nuovi talenti del White.

Tra le anteprime preziose segnaliamo Florian Jewelry e Flora Swing, gioielli innovativi e originali per le donne cha amano i preziosi ma amano molto meno la monotonia delle proposte massificanti: dal primo brand vere e proprie piccole sculture gioielli da museo, curate in ogni minimo dettaglio; il sencondo utilizza moltissimo il colore sui materiali preziosi per dar vita a pezzi unici e contemporanei.

Da Claudio Cutuli accessori come sciarpe, stole e scialli artigianali tinti e lavorati rigorosamente a mano e con colori naturali, per un inverno a tutto cachemire. Di Bob Sdrunk occhiali da sole vintage in legno e materiali di pregio dell’occhialeria, dal mood retrò che sembra quasi un tributo al mondo del cinema anni Cinquanta. Per l’abbigliamento, imperdibile Maison Olga, che unisce Francia e Italia in un’amicizia creativa raffinata: pizzi, tweed, morbido mohair e colori frozen come ghiaccio e cobalto per linee androgine e basic, perfette per le donne urban chic metropolitane.