Sarah Jessica Parker in Sex and the City 2, veste LeVer Couture

di Redazione Commenta


Il ritorno dei bustier segna per la stagione autunno inverno 2009 2010 un back felice che richiama suggestioni settecentesche, quando la donna venne giustamente rivaluta nel suo significato e nella sua importanza sociale.

La donna nasce libera ed ha gli stessi diritti dell’uomo. L’esercizio dei diritti naturali della donna non ha altri limiti se non la perpetua tirannide che le oppone l’uomo. Questi limiti devono essere infranti dalle leggi della natura e dalla ragione

Olympie de Gouges – Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina – 1792

Il bustino dunque è tra quei capi di abbigliamento che hanno una valenza simbolica, legato a un tempo remoto che a distanza di oltre 2 secoli interpreta ancora l’essenza della femminilità.

Molti stilisti, tra cui Christian Dior, Lanvin, Vivienne Westwood e Gattinoni non hanno mancato di concepire una loro interpretazione artistica, ma è il corpetto realizzato da LeVer Couture per Sarah Jessica Parker nella sit-com Sex and the City a lasciare l’impronta eccelsa di must di stagione.

Interamente tempestato da 41 000 cristalli Swarovsky.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>