Christian Louboutin per Star Wars, la capsule collection di scarpe

di Fabiana Commenta

E siamo a tre: si rinnova per la terza volta la collaborazione fra Christian Louboutin, guru delle scarpe dalla suola rossa e il cinema dopo le prevedenti capsule collection di stiletti ispirate al fascino di Maleficent e alla bontà di  Cinderella, il designer francese si lascia ispirare da Star Wars: Gli Ultimi Jedi, ultimo capitolo della saga cinematografica cult uscito pochi giorni fa negli States.

louboutin

La capsule collection si compone di quattro pezzi unici ciascuno ispirato a una delle eroine della pellicola: e si tratta proprio di pezzi unici da esposizione visto che la collezione non sarà mai disponibile per il pubblico e che sarà interamente venduta all’asta a supporto del progetto di beneficenza Force for Change della casa cinematografica Lucasfilm.

Non resta quindi che ammirare la capsule collection tanto per ammirare il glamour delle calzature più ambite dalle donne.

Il modello disegnati per Captain Phasma (interpretata da Gwendoline Christie) è uno stiletto argento con plateau e doppio incrocio e con tanto di gioiello sulla punta.

louboutin1

Il modello ispirato a Amilyn Holdo (interpretata da Laura Dern) è un’elegantissima décolleté in raso  prugna – bordeaux con gioiello laterale.

louboutin2

Il modello Rey (interpretato da Daisy Ridley) è una sandalo aperto trasparente con cinturino in pelle a contrasto e gioiello sulla punta con tacco glitterato.

louboutin3

Il modello Rose Tico (sullo schermo, Kelly Marie Tran) è invece un sandalo in rosso e verde, con tacco doppio e maxi gioiello sulla fascia anteriore.

louboutin

C’è anche quinta calzatura che si chiama Spaceship ed è stata presentata in esclusiva assoluta sul red carpet di Los Angeles in occasione della premiere di Star Wars: Gli Ultimi Jedi: anche in questo caso un vero e proprio capolavoro di design da ammirare che sarà venduto all’asta.

E se all’inizio Monsiuer Louboutin ha ammesso che la collaborazione sembrava non aver troppo senso, si è ricreduto quando ha capito di poter sfoggiare tutta la sua creatività nella scene della pellicola ambientate nel casinò Canto Bight.

 

 

photo credits|christianlouboutin.com

Rispondi