Franca Sozzani madrina di Life Ball per la lotta contro l’AIDS

 
Lorena Scopelliti
30 maggio 2012
1 commento

1x1.trans Franca Sozzani madrina di Life Ball per la lotta contro lAIDS

Franca Sozzani, come è ormai sua abitudine, non smette di coniugare la passione per la moda con l’impegno a livello sociale: stavolta è stata madrina dell’evento Life Ball, tenutosi lo scorso 19 maggio  Vienna, protagonista di una raccolta fondi a favore della lotta contro l’AIDS e delle persone affette dal virus. Voluta nel 1992 all’austriaco Gery Keszler, la manifestazione è arrivata alla sua ventesima edizione.

In totale sono stati raccolti 54 mila euro, grazie alla bellissima Mini Roadster disegnata dalla casa automobilistica in collaborazione con Vogue: la verniciatura Deepest Purple Opaca è stata impreziosita da strisce brillanti dorate e rifiniture floreale sugli specchietti, sul tettuccio e sui cerchi delle ruote. Il modello poggia le sue basi sulla celebre e amata Cooper S, mantenendo la stessa potenza di motore e altissimo standard di prestazioni, ma aggiungendo un plus in puro stile Vogue nella carrozzeria glamour e negli interni super curati ed eleganti.

I 54 mila euro saranno destinati alle cure di soggetti affetti dal virsu dell’HIV: Life Ball è l’evento no-profit a sostegno della lotta contro la malattia più importante d’Europa, richiamando puntualmente moltissime celebrità. Quest’anno erano presenti anche Naomi Campbell, Milla Jovovich, Brigitte Nielsen, Antonio Banderas e Karolina Kurkova. A proposito dell’iniziativa, Franca Sozzani ha espresso parole di grande emozione ed entusiasmo in merito all’attiva partecipazione di Vogue per l’edizione 2012:

Life Ball è il più grande evento a sostegno dell’AIDS che io abbia mai visto. Il fatto che una città come Vienna lo ospiti e che il Presidente Austriaco partecipi a una simile manifestazione, ne evidenzia la grande portata oltre a rappresentare un segno di civiltà e di commitment forte verso una malattia che purtroppo non si arresta. E’ stato un onore farne da madrina a nome dell’Italia: questo dimostra anche il riconoscimento nei confronti dell’impegno del nostro Paese a sostegno della ricerca sull’Aids attraverso Convivio, che proprio due anni fa ha compiuto vent’anni

Photo Credit| Getty Images

Articoli Correlati
YARPP
Legion d’onore per Franca Sozzani, ambasciatrice della moda

Legion d’onore per Franca Sozzani, ambasciatrice della moda

Dopo Anna Wintour, Sarkozy ha deciso di insignire di una delle onorificenze più importanti Franca Sozzani, direttrice di Vogue Italia, ambasciatrice della moda nel mondo. Un’onorificenza, questa, che segue la nomina […]

H&M lancia una collezione a sostegno della lotta contro l’AIDS

H&M lancia una collezione a sostegno della lotta contro l’AIDS

Potere della moda. Potere della visibilità. Potere delle grandi corporation e multinazionali che utilizzano l’immensa possibilità di raggiungere milioni di persone in tutto il mondo grazie al loro nome per […]

Pink Tie Ball. Con l’Alta Moda di Michele Miglionico sono 120mila gli euro per la lotta ai tumori del seno

Pink Tie Ball. Con l’Alta Moda di Michele Miglionico sono 120mila gli euro per la lotta ai tumori del seno

Ci sono notizie dal mondo della moda che è proprio un piacere dare. E’ il caso del Pink Tie Ball, la serata di gala organizzata dalla Susan G. Komen Italia […]

Idee regali di Natale 2010: Vogue Experience e il libro I capricci della moda (Bompiani) di Franca Sozzani

Idee regali di Natale 2010: Vogue Experience e il libro I capricci della moda (Bompiani) di Franca Sozzani

Avete presente il Diavolo Veste Prada? Chi di voi non ha mai sognato di entrare a far parte del mondo patinato di una delle redazioni “più top” al mondo, almeno […]

Franca Sozzani, da Vogue Italia al Washington Post

Franca Sozzani, da Vogue Italia al Washington Post

Cominciamo questa giornata all’insegna della moda presentando un focus su una delle icone del fashion italiano e della sua comunicazione. Parliamo di Franca Sozzani, direttrice di Vogue Italia, ed in […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1Antony

    The Aesthete wrote.. Hi there, i’ll post the question both in enslgih and italian:Ciao Anna, prima di tutto vorrei esprimerti la mia gratitudine per essere una tale ispirazione.Sono sicuro che sarai stanca di sentirti chiedere questo genere di domande, ma sono ad un punto cruciale della mia vita, e ho bisogno che qualcuno mi dia una direzione.Prima che ti ponga la mia domanda e8 meglio spiegare la situazione:Sono un ragazzo italiano di 19 anni, e sto per finire il mio ultimo anno di liceo, quindi devo scegliere cosa fare del mio futuro. L’unica cosa della quale sono certo e8 che voglio vivere una vita completamente dedita all’Arte, e la cosa che credo saprei fare meglio e8 il fashion styilist/editor. Amo la moda, e8 il mezzo migliore che ho per esprimermi, e penso di possedere l’abilite0 di comunicare attraverso di essa.Il mio problema maggiore e8 che non ho la MINIMA intenzione di rimanere anche un solo anno di pif9 in Italia -questo paese mi ha gie0 portato via troppo- e qui non c’e8 alcun punto di riferimento per chi ha un progetto come il mio per il suo futuro, quindi non so davvero a chi rivolgermi.Scusa se la faccio cosec lunga, ci sarebbe molto altro da dire ma finalmente ecco la domanda:Se io, ragazzo italiano, volessi farmi strada nel Fashion Styling all’estero (pif9 precisamente a New York o Parigi) qual’e8 il percorso migliore che dovrei seguire? Considerando che non posso permettermi una scuola facoltosa, e8 forse meglio entrare direttamente nel mondo del lavoro e guadagnare esperienza come un assistente o altro?Grazie ancora per la tua disponibilite0, spero che riuscirai a rispondermi.The __________________________________________________ENGLISH:Hi Anna, first of all i want to express all of my gratitude and appreciation to you for being such an inspiring model.I’m sure you’re tired of listening to this kind of questions, but i’m at a crucial point in my life and i need someone to give me a direction.Before i ask you i better explain my situation:I’m an italian guy, 19, just going to finish my last high school year and i’ve got to choose what to do with my future.The only thing i’m sure about is that i want to live a life entirely given to Art, and the thing i know i’d be best at is fashion styling/editing. I love fashion, it’s the best way through which i manage to express myself, and i think i have the skill to communicate through it.The biggest problem here is that i have NO intention to spend even one more year in Italy -this country has taken away too much from me- and here there is no reference point for the people who have this kind of projects for their future, so i really don’t know who to turn to.I’m sorry if i’m being this long, there are many other things to say but at last here is the question:If i, being an italian boy, want to make my way into fashion styling abroad (more precisely i’m aiming to New York or Paris), what’s the best path i should follow? Considering i can’t afford an expensive school, is it better to get straight into the working world and gain experience as an assistant or else?Thank you again for your helpfullness, i hope you’ll manage to give me an answer.The

    11 mar 2014, 21:14 Rispondi|Quota