Julien Macdonald, collezione autunno inverno 2010/2011

di Redazione 3

Durante il London Fashion Week 2010, Macdonald ha realizzato una collezione sbarazzina ispirata ai ricordi di Jilly Cooper’s Eighties “Riders”, un romanzo drammatico e romantico.

La collezione ha avuto momenti piccanti, vestaglia che diventa un abito da sera e abiti stile baby-doll. “Ho voluto abbandonare gli abiti luccicanti paillettes, e realizzare una linea leggera”, ha detto Macdonald dopo la sfilata.

Gli abiti svolazzanti da sera sono state ricavate da pezzetti di pizzo e maglia in modo da realizzare la famosa ragnatela di Macdonald.

Durante la collezione ci sono stati alcuni capi più maschili, da oversize a giacche stile equitazione molto strette, e cappotti stile anni Quaranta e maglioni.

Commenti (3)

  1. Ma porca miseria, come fate a pubblicare sempre errori cosi’ grossolani? Mica siamo tutti deficenti in fatti do moda. Julien MacDonald e’ un uomo, non una donna!!!

  2. sai leggere? l’articolo determinativo femminile no è riferito allo stilista….capra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>