Servizio fotografico di Elle a Erin Wasson

di Redazione Commenta

Spread the love

 

Erin Wasson è una delle top model più cercate del momento. Al di la della sua bellezza punkeggiante si è sempre distinta come fashion addicted anche fuori delle passerelle, collaborando alla direzione artistica di Alexander Wang e disegnando una propria linea di gioielli LowLuv e in ultimo una collaborazione con il marchio RVCA, con la capsule Erin Wasson x RVCA.

Elle Italia per il mese di agosto ha dedicato a lei la copertina, con all’interno un servizio che entra direttamente nella sfera privata di Erin: una sorta di biografia on the road scritta di pugno da una giornalista di Elle in cui si parla anche della sua vita privata e della sua infanzia. A immortalare le giornate trascorse a Dallas e Austin, il fotografo David Mushegain, che ha colto i momenti di vita quotidiana per le strade e in compagnia dei familiari della modella texana.

Ed è proprio il Texas ad ispirare gli abiti che Alberto Zanoletti, stylist di Elle, ha scelto per raccontarci questa storia texana. Una storia che testimonia il grande attaccamento di Erin alle sue radici, in primis la sua famiglia e la sua terra, nonostante i lunghi periodi trascorsi in Europa e in giro per gli Stati Uniti. Appena puà Erin Wasson non manca di tornare a Dallas dalla sua famiglia dove conduce una vita normale e felice.

E sono proprio in questi scatti di David Mushegain che osserviamo Erin Wasson nella sua dimensione quotidiana: con gli amici di famiglia, con il padre, in un drug store della città, immersa nel suo guardaroba ad indossare stivali western.

Erin Wasson  è apparsa sulla copertina di numerose riviste di moda, su Vogue, Flair, Numéro, Allure, Esquire ed Elle e ha sfilato per importanti stilisti come Armani, Balenciaga, Cavalli, Gucci, Karl Lagerfeld e Victoria’s Secret. È stata testimonial per Maybelline, Michael Kors, Rolex, Tiffany & Co, J.Crew, Levi’s, H&M e Gap

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>