Zara, la campagna che fa infuriare il web

di Fabiana Commenta

Zara finisce nell’occhio del ciclone. Il popolare colosso spagnolo di moda low cost indossato anche dalla Regina Letizia finisce al centro di un’accesa polemica che infiamma il web.

zara

Tutta colpa dello slogan di una delle nuove campagne pubblicitarie del brand: sotto accusa lo slogan, ma anche e soprattutto gli scatti. 

Ama le tue curve.

Recita lo slogan incriminato: un invito alle donne ad accettare le proprie rotondità senza vergognarsi del proprio fisico anche se non esattamente come i canoni estetici di bellezza contemporanea richiedono. Una campagna pensata per lanciare i nuovi modelli di jeans. Ma ecco che la gaffe spunta dall’angolo.

Peccato però che accanto a una frase “lodevole” ci siano due ragazze estremamente magre, per non dire magrissime. Giovani, molto giovani e quasi senza forme, le due ragazze ammiccano verso l’ignara clientela, strizzate in piccolissimi jeans di taglia adolescenziale. Ad accendere la polemica è stata la conduttrice radiofonica irlandese Maureen O’Connell che ha spiegato di non avere nulla contro le due ragazze, ma ha lanciato le sue accuse nei confronti di una campagna dal messaggio distorto e ben poco rassicurante. Potenza dei social: nel giro di due giorni il tweet della conduttrice è stato ritwittato da oltre 12mila utenti anche se la campagna pubblicitaria per la verità era già in circolazione da qualche settimana.

ZARA, IL RITORNO DEL BOMBER

Non è nemmeno la prima volta che Zara si trova al centro di qualche polemica (ricordate il topo morto rinvenuto nella cuciture di un capo nuovo venduto a NY?), ma è anche vero che al momento l’azienda non ha voluto rispondere, forse incassando il colpo.

 

photo credits | instagram

Rispondi