Andrea Pirlo e l’ultima puntata della sua miniserie web

di Francesca Spanò Commenta

Si chiama Pirlo The Wizard ed è un piccolo fenomeno web. Si tratta di una miniserie in cui il protagonista è Andrea Pirlo con le sue prodezze in campo. A lanciare l’ultimo episodio, il marchio Jeep di cui lui è ambassador e nelle varie puntate si raccontano dei momenti importanti della carriera più recente del calciatore, consolidando anche il suo legame con la Juventus.

Pirlo The Wizard racconta per immagini di una serie di eventi sportivi, non ultimo in questo caso proprio la partenza degli Azzurri per il Brasile. L’hashtag è #tantavogliadibrasil e la location è Vinovo. Qui avviene qualcosa di divertente.  Pirlo sta tirando una punizione che però supera gli spalti. Entra quindi nel baule di una Jeep Wrangler parcheggiata. A questo punto si mette in funzione la radio che trasmette una samba e lui si toglie subito la magia. Indossa una camicia fiorata e degli occhiali da sole e parte sull’auto che ha una targa brasiliana.

Non c’era nessuno meglio di Pirlo che potesse raccontare delle sue “magie” in campo e mostrare che i limiti a volte si possono superare, raggiungendo diversi obiettivi sempre più interessanti. Ne sa qualcosa il brand Jeep che negli ultimi anni, anzi negli ultimi mesi, ha vinto ancora, raggiungendo il primato assoluto di oltre 730 mila unità vendute nel mondo per il secondo anno consecutivo e registrando un trend di crescita ininterrotto da quattro anni sia a livello globale che americano.

Il progetto è stato ideato da Indipendent Ideas e ogni episodio è da non perdere per scoprire, di volta in volta, la vittoria del trentaduesimo scudetto, il compleanno di Andrea Pirlo, un ironico episodio legato alla finale di Champions e, in ultimo, la partenza azzurra per il Brasile. Un modo particolare di raccontare il sogno del calcio a grandi livelli e per concludere con una sorta di augurio speciale, prima dell’inizio dei mondiali di calcio ormai imminenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>