Elle offre uno stage di 4 mesi a ragazza senzatetto

di Giulia Ferri Commenta

Ci sono delle storie che, come nella favola di Cenerentola, hanno il sapore di sogni realizzati e forse sono proprio i sogni ad alimentare la creatività della moda: giovani stilisti che hanno nel sangue questa passione fin da quando disegnano i vestitini per le loro bambole, sogni di passerelle illuminate o di creare un opera d’arte che prende forma in un capo o in un accessorio.

E’ la storia di Bri, una ragazza di 24 anni che lo scorso aprile ha fatto recapitare un curriculum al mensile di moda americano Elle.

Bri vive una vita che difficilmente diremmo nelle grazie e nelle considerazioni della Moda: perchè senzatetto, vive nella sua auto e gira di città in città.

Ma Bri ha un sogno e questo sogno passa per il curriculum vitae: per esperienza personale però c’è un gesto disincantato che, dopo
uno sguardo privo di curiosità e interesse, destina molti di questi CV nel dimenticatoio di un archivio.

Ma negli States i sogni da Cenerentola si identificano ancora nel sogno americano, che per quanto possa essere considerato un mito da sfatare valgono ancora la pena di raccontare: perchè il curriculum di Bri non è stato cestinato, ma le è stato offerto uno stage di 4 mesi.

Una mossa pubblicitaria della columnist della rivista? un giusto premio ai sogni di Bri?
Su questo ci sembra doveroso mettere da parte congetture e ipotesi: la moda ha ancora bisogno di chiudere gli occhi e sognare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>