Irina Shayk diretta da Penelope Cruz nel nuovo spot di Agent Provocateur

di Lorena Scopelliti Commenta

Due bombe di sensualità come Penelope Cruz e Irina Shayk collaborano insieme: l’attrice ha diretto la splendida modella  nel nuovo spot Agent Provocateur. Il risultato non poteva che essere esplosivo e ammaliante. 

È una fortuna, in qualche modo, che a dirigere questo spot davvero molto provocante sia stata una donna, altrimenti di certo si sarebbero levati immediatamente cori di disappunto che ponevano l’accento sul concetto di donna oggetto e di mercificazione del corpo femminile. E invece è stata proprio Penelope a rendere tutto più eccessivo, calcando l’accento sull’atmosfera intrisa di sensualità e nudità e focalizzandosi in maniera volutamente iperbolica sui corpi delle donne, fasciate dalla sexy lingerie del marchio.

Il cortometraggio vede protagonista un affascinante uomo dai colori caldi e latini, che entra a una festa e, indossando gli occhiali da sole del marchio, riesce a vedere attraverso gli abiti delle donne: le ragazze, tutte bellissime e sinuose, ammiccano verso di lui, che procede lungo la stanza fino a incontrare la magnifica Irina, che indossa anche un cappello da poliziotto e lo provoca a ogni movimento. La modella, fidanzata del calciatore Cristiano Ronaldo, si esibisce per lui, che la guarda incantato e come ipnotizzato da tanta sfolgorante bellezza. Peccato, però, che donne così nella realtà non esistano: Penelope stacca la cinepresa all’improvviso sul volto del suo compagno, l’attore Javier Bardem, in modo del tutto inaspettato per lo spettatore.

Perché quello vissuto dal tenebroso uomo in occhiali da sole altro non era che un sogno: Bardem lo sveglia in malo modo dal suo sonno fatto di donne in lingerie e pose da gatta. L’uomo si era assopito, a causa della stanchezza e del gran caldo, durante una pausa dal suo lavoro in un cantiere. Il risultato della campagna pubblicitaria e dello spot è straniante e divertente: complimenti a Penelope Cruz, alla sua prima prova da regista, che ha dato dimostrazione di grande ironia e intelligenza.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>