John Galliano, oltre lo stile

di Benedetta Guerra Commenta

Oggi vi parlerò di un grande stilista, un genio dell’acconciature e del vestiario, Lui è l’uomo della cultura fisica, del rigore e delle belle modelle … tra cui Kate Moss.

John Galliano (vero nome: John Carlos Antonio Galliano) nasce a Gibilterra il 28 novembre 1960, da genitori spagnoli. Durante la sua adolescenza si trasferisce a Londra e frequenta a Wellington la scuola Wilson’s School e, nel 1984 si diploma in design della moda alla Central Saint Martins College of Art and Design disegnando una collezione ispirata alla Rivolution Francais che ha chiamato “Les Incroyables” che, è poi stata comperata da la boutique londinese Browns.

Con il passare del tempo lancia il proprio marchio di moda e viene premiato nel 1987/1994/1995 come Stilista Britannico dell’anno e, nel 1997 condivide il premio con Alexander McQueen che le succederà poi a Givenchy.

Nei primi anni ’90 si trasferisce a Parigi cercando finanziatori, nel 1995 Givenchy lo prende a far parte del proprio marchio diventando così primo stilista della casa di moda parigina. Nel 1996 Galliano viene concesso a Christian Dior, facendo la sua prima collezione per il cinquantesimo anniversario della maison Dior, precisamente nel 1997.

La sua musa ispiratrice è l’attrice sudafricana Charlize Theron per la quale crea abiti di una raffinatezza unica e che, come tutti sanno, è la testimonial del profumo J’adore di Dior, mentre l’altra sua modella preferita è Kate Moss.

Galliano è in continua evoluzione, un turbine di eleganza e armonia nei colori, una vera bomba carica di oro. Ad oggi è sempre in continua evoluzione, creando abiti sfarzosi, pieni di paillettes e cappelli stravaganti.

John è padre del glamour assoluto, dello sfarzo e della fantasia, e nei suoi vestiti usa di tutto, realizza gonne a gabbia, cappelli abbinati pieni di piume e top lingerie.

Il grande stilista John Galliano non è solamente il genio della moda, ma la moda stessa ed un degno erede del fantastico Jean Paul Gaultier.

Fonte Demotec

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>