Neo vintage d’autore per l’estate 2012 firmata Arnoldo][Battois

di Sandra Rondini Commenta

arnoldo battois collezione borse estate 2012 who is on next altaroma

Memoires… estive e non. Eppure è proprio sul filo della memoria di un neo vintage d’autore che si muove la nuova collezione accessori primavera/estate 2012 di Arnoldo][Battois, al secolo Silvano Arnoldo e Massimiliano Battois, appauditissimi finalisti nel 2010 di  “Who’s on next?’”, il prestigioso concorso di Vogue Italia e AltaRoma che è stato il loro trampolino di lancio. La nuova collezione alterna deliziose bag e pochette in inediti mix di materiali e lavorazioni con maxi borse dai volumi asimmetrici, come bisacce indiane rilette in chiave post moderna.

I due talentuosi designer hanno saputo costruire un brand che sembra esistere da decenni, tale è il loro livello di eccellenza creativa, con una solida reputazione conquistata sul campo in anni di crisi, quali quelli che stiamo vivendo, anni in cui ogni battaglia è già di per sé una guerra intera quando si ha un’unica preziosa occasione di poter scendere in campo e dimostrare il proprio valore.


Occasione cercata, trovata e sfruttata bene da Arnoldo][Battois che conferma con la collezione primavera-estate 2012 un talento visionario maturo al punto da trasformare i sogni stilistici in qualcosa di assolutamente reale e portabile nella vita di tutti i giorni, senza perdere mai quella nota di eccezionalità e quell’amore per il dettaglio che fanno sempre la differenza.

Notiamo, quindi, simboli araldici e chiusure metalliche dall’allure vintage che si accompagnano a deliziose pochette illuminate da tocchi fluo in plexiglass e in pitone, come il giallo delle pochette con lunghe catenelle, che ricorda tanto il colore delle scorzette di limone della costiera…memoires dicevamo: sembra quaasi di sentirne il profumo. Memories estive, ma anche vintage per borse che combinano il glam del fluo anni Ottanta, persino nei manici con tanto di bacchette che sembrano rubate alle spade laser dei Jedi di Star Wars, con forme classiche e ladylike in un equilibrio perfetto tra ieri e oggi che si chiama Stile.

Rispondi