Gli azzurri vestiranno Armani alle Olimpiadi di Londra 2012

di Redazione Commenta

Spread the love

L’amore della moda nei confronti del mondo dello sport non è certo una novità, basti pensare ai capi hi-tech creati da Burberry per lo sci, funzionali e glamour: nel 1901 Thomas Burberry disegnò e produsse tute antivento in gabardine, tessuto ideato e registrato dallo stesso creatore della maison.

L’osmosi tra i due mondi, all’apparenza tanto lontani, è evidente in una disciplina bellissima e aggraziata come il pattinaggio sul ghiaccio. Tra i vari parametri utilizzati per giudicare l’artista in gara c’è anche l’armonia visiva, rappresentata da completi ogni anno più belli, preziosi e d’impatto. Questo fa capire quanto sia importante il look, anche nello sport: dev’essere performante, tecnico e piacevole da guardare e indossare.

Stavolta il protagonista di questo matrimonio è King Giorgio Armani, che vestirà gli atleti della nazionale italiana alle Olimpiadi che si terranno tra circa 53 settimane a Londra. La linea è la EA7 Reebok, creata da Armani nel 2004 , che porta questo nome perchè sono 7 le discipline sportive per cui vengono prodotti indumenti tecnici: basket, tennis, golf, sport acquatici, sport invernali, sport outdoor e training.

L’accordo tra Coni e il Gruppo Armani è stato formalizzato il 20 luglio; i dettagli della partnership tecnica sono stati illustrati dal Presidente del CONI Giovanni Petrucci, dal Segretario Generale Raffaele Pagnozzi, dal Direttore Generale del Gruppo Armani Spa Livio Proli, e da Fabio Mancone Direttore Comunicazione e Licenze dell’azienda di moda leader nel mondo.

Il migliore stilista italiano vestirà i migliori campioni dello sport nostrano. L’importanza dello sport è stata sottolineata da Giorgio Armani in un messaggio:

L’Italia  è fatta di passione per lo sport e lo sport racchiude valori positivi e unisce la gente. Sono molto soddisfatto di questa collaborazione, le Olimpiadi del 2012 sono un’occasione importante per i nostri atleti, che seguiremo tutti con grande entusiasmo

Il Presidente del CONI Antonio Petrucci è molto orgoglioso dell’accordo appena siglato:

Io vesto Armani e sono il primo modello, anche se non so se sono all’altezza. Ma il nome di Giorgio Armani è già una presentazione. Dobbiamo assolutamente essere all’altezza di questo marchio. Intanto voglio assolutamente ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile questa partnership

I modelli non sono ancora pronti, ma si sa già che la partnership è superiore a tutte le precedenti almeno a livello strettamente economico. Giorgio vestirà gli azzurri sia per i momenti più formali (come la cerimonia d’apertura e le premiazioni), sia per il momento puramente agonistico delle gare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>