Dita Von Teese lancia la sua sexy e curvy lingerie Von Follies

di Sandra Rondini Commenta

La divina Dita Von Teese, regina incontrastata del mondo del Burlesque, seducente e iperfemminile con la sua pelle diafana, il make up e il look anni Quaranta, ha messo a segno un altro colpo vincente nella sua carriera di star in inarrestabile ascesa. Sono anni ormai che siamo abituati a vederla al top di quella nicchia di avanspettacolo, qual è il Burlesque, che ha saputo riportare in auge intuendone le potenzialità di autentica miniera d’oro.

Di tempo da allora ne è passato e nonostante non si contino più nel mondo le sue imitatrici, i corsi di burlesque per desperate housewives che vogliono mettere un po’ di pepe nella loro vita domestica, e non solo, e le feste e gli addii al celibato in cui questo genere di spettacolo è richiestissimo, lei resta sempre la migliore e non perde occasione per dimostrarlo.


Come a Melbourne, in Australia, dove ha lanciato la sua prima linea di lingerie chiamata “Von Follies”, realizzata per Target Australia. Per la sfilata Dita Von Teese ha scelto modelle curvy, morbide e burrose, proprio come lei, proprio come gli uomini sognano sia la loro donna ideale. Un trionfo di femminilità vera, pura. In passerella finalmente nessun artificio dell’uomo, ma direttamente Madre Natura.

Uno show che è stato molto apprezzato non solo dalle donne presenti che si sono sentite finalmente libere di non costringere il loro corpo a canoni innaturali, ma soprattutto dagli uomini a cui non è parso vero, dopo le solite ossute modelle, di vedere finalmente donne vere e desiderabili sfilare davanti ai loro occhi.

Colpo di scena finale con la divina in passerella per dimostrare che sì, le ragazze da lei scelte sono favolose, ma la vera dea è sempre e solo lei, come dimostra anche nella campagna, decisamente hot, della linea di lingerie “Von Follies”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>