Fausto Sarli, geometrie optical black’n’white

di Sandra Rondini Commenta

Durante la settimana dell’alta moda romana, il defilè più atteso era sicuramente quella della maison Sarli che ha sfilato in piazza del Campidoglio, sotto le stelle di Roma, in una serata da brivido. Atmosfera, effetti grafici, geometrismo ed essenzialità delle forme hanno dato vita a una collezione di incredibile eleganza e maestria sartoriale ai limiti della forza di gravità. Geometrie taglienti, elicoidali, si rincorrono in abiti da sogno e danno vita a immagini vibranti.

In passerella modelli suggestivi a cavallo tra Art Dèco e optical art. La collezione autunno/inverno 2011-2012 della maison Sarli, presentata da Carlo Alberto Terranova e Rocco Palermo, ha puntato su strabilianti motivi geometrici come scacchi, onde, losanghe e spirali. Colori dominanti il bianco e il nero, combinati insieme nel più classico ed elegante dei contrasti moda.

Proprio il tema del black’n white è stato il vero dress-code della sfilata che materializza giochi ottici di illusoria profondità e tensione cromatica. Ombra e luce, polarità opposte, disegnano una silhouette composta e altera, quasi ieratica e maestosa. Linee decise e rigorose disegnano il mood di una donna fiera, decisa e moderna.

Tailleur e mini dress, romantici e delicati, incantano per i loro straordinari effetti tridimensionali, molto haute couture: ricami, tagli e stampe suggeriscono il movimento in abiti che pulsano e vibrano.  La sera è un trionfo di abiti-mantella in un materico cady di seta le cui geometrie bicolore disegnano una silhouette sensuale e forever  chic.

Le opere di Vasarely, Riley, Mackintosh ed Eileen Gray si proiettano in psichedelici ricami all-over di forte impatto visivo chiudendo la sessione black’n white in maniera decisamente scintillante. Per il gran finale del defilè, in passerella tanti abiti-scultura in gazar di pura seta. Creazioni sublimi dai colori luminosi e sensuali e dai  volumi morbidi e fluttuanti.

La sposa è in perfetta sintonia con l’atmosfera: un bianco connubio tra sogno e avant-garde, testimone di una grande tradizione sartoriale che contraddistingue da sempre lo stile della maison Sarli che, orfana dall’anno scorso del suo eccelso fondatore, prosegue con successo la grande storia di un’ eredità artistica senza pari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>