Milano fashion week: animalier chic Cavalli, scandaloso Frankie Morello, impeccabile Jil Sander

di Redazione Commenta

Il 14 gennaio si sono accesi i riflettori sulla settimana della moda milanese, tutta declinata al maschile: l’inizio dei giochi ha visto protagoniste firme eccellenti come Dolce&Gabbana, Frankie Morello, Jil Sander, Ermenegildo Zegna, Burberry Prorsum e Roberto Cavalli. Dopo la moda proposta da Pitti uomo ecco il momento dell’81esima edizione della Fashion Week uomo di Milano, che ci racconta come ci vestiremo per l’autunno/inverno 2012-2013.

Iniziamo con la divertente provocazione di Frankie Morello, che ha scelto di concludere la propria sfilata con l’entrata di un modello (in realtà l’attore Giuseppe Sartori della compagnia d’avanguardia Ricci/Forte) completamente nudo. In realtà, come gli stessi designers affermano, più che una provocazione si tratta della logica conseguenza delle proposte, che parte dai tessuti più pesanti fino ad alleggerirsi e arrivare, dunque, alla totale nudità. Morello propone anche uomini con pareo, maglioni in lana tricot, giubbini far west con applicazioni e giacche seriose con ricami coloratissimi sul bavero.

A un Ermenegildo Zegna sartoriale e ineccepibile, corrisponde un Jil Sander, che celebra l’eleganza intramontabile unendola però a una versione futuristica dell’uomo contemporaneo: classici intramontabili come i completi in tweed (ma con una gamba più stretta del solito), ma anche il total look in pelle che ricorda Christian Bale in American Psyco. Capelli tirati all’indietro, guanti in soft black leather, valigetta o carpetta in mano: un business man dall’aspetto un po’ inquietante e pericoloso che è la nemesi dell’hippie anni Settanta.

Sulla scia di pelle e dell’amore per la pelle soffice e versatile, arriva l’uomo Roberto Cavalli: la collezione è stata disegnata dal figlio Daniele e prende ispirazione da quattro animali guida, nello spirito e nei tessuti. Coccodrillo, piume, tigre e pitone animano giacche e capispalla e si vestono di nero, grigio ghiaccio o antracite, con sprazzi di colori vivaci come bluette, giallo e rosa: un animalier che si trasforma in pura classe ed eleganza. Nella collezione spiccano inoltre i foulard che spuntano in modo volutamente disordinato dal fondo della giacca e i pantaloni fluidi e dal taglio ineccepibile che vengono portati infilati con disinvoltura in stivaletti alti fino a metà polpaccio, in suede o leather.

Photo credit| Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>