Birdwatching a Torre Guaceto: tutte le informazioni utili in merito

Svolgere birdwatching a Torre Guaceto significa non solo entrare in contatto con la natura meravigliosa del luogo, ma anche conoscere tantissimi dettagli sui volatili migratori che vivono qui. In più il territorio in questione è ricchissimo dal punto di vista delle bellezze naturali e per questo, è bene descrivere gli elementi principali che lo caratterizzano. 

Puglia

Birdwatching a Torre Guaceto: tutto quello che c’è da sapere a riguardo

È sempre più alto il numero di persone che decide di svolgere birdwatching a Torre Guaceto, località pugliese ammirata da tantissimi turisti per le sue meraviglie naturali. Molti visitatori ogni anno giungono qui per vedere la riserva ricca di natura. Per farlo con relax e tranquillità, si affidano a tour operator locali ai loro cataloghi con soluzioni d’affitto, nei pressi di parchi e oasi naturali, come le case vacanze o le ville con piscina in Puglia di Perle di Puglia. 

Tantissimi nuclei familiari, ma anche gruppi di amici, decidono infatti di recarsi presso tale luogo in primis per osservare lo spettacolo naturale che è in grado di mostrare, e come secondo motivo anche per rilassare corpo e mente, immergendosi in un’esperienza indimenticabile. Grazie al birdwatching infatti si possono provare emozioni uniche, perché si avrà modo di conoscere tantissimi dettagli circa la vita degli uccelli migratori, ma soprattutto si potranno ammirare gli esemplari da vicino. 

Oltre a questo, però sarà possibile anche ampliare le proprie conoscenze circa altri animali che vivono nella riserva, come ad esempio gli anfibi. Si aggiungono a queste caratteristiche poi anche altri dettagli particolari che riguardano il territorio in questione.

La riserva naturale: le altre caratteristiche 

Caratterizzata principalmente dalla macchia mediterranea, in particolare la flora presente a Torre Guaceto consente di osservare tanti ginepri, ma anche il lentisco, il leccio. Oggi tra l’altro tale area marina equivale a uno dei principali ecosistemi pugliesi e proprio per questo tantissime persone giungono per visitare tale zona. 

In più quest’ultima si trova vicino al borgo di San Vito dei Normanni e non molto distante da quello di Carovigno. Entrambi i punti si possono raggiungere percorrendo una strada particolare e meravigliosa: quella del Parco Agrario degli Ulivi Secolari. 

Tra l’altro la zona sulla costa presenta un’ulteriore particolarità, poiché è composta da una consistenza argillosa, mentre l’area circostante è più ricca di irregolarità e frastagliata. 

Si sommano a questi dettagli anche quelli storici, in quanto la torre in questione risale al periodo aragonese, quindi all’incirca all’anno 1440, quando il territorio del Salento appunto si trovava sotto il dominio della famiglia degli Aragona. Solo vicino Punta Penna Grossa poi la riserva inizia a sviluppare un tipo di ambiente più sabbioso. Proprio qui per esempio vi sono delle dune che addirittura raggiungono i 15 metri di altezza. Come si è visto, l’area in questione possiede elementi caratteristici anche molto diversi tra di loro e tra l’altro la bellezza del territorio spinge numerosi curiosi a organizzare un soggiorno nelle vicinanze, al fine di osservare meglio le meraviglie che Torre Guaceto e i luoghi limitrofi possiedono. Tra l’altro, come accennato, per gli appassionati di animali, fare birdwatching qui sarà davvero un’esperienza speciale.

Macchie pigmentarie: quali rimedi usare per alleviare il problema?

Compaiono sulle mani, sul volto, sul collo e in altre parti visibili del corpo. Di colore più o meno scuro, le macchie pigmentarie sono la diretta conseguenza dell’invecchiamento o dell’eccessiva esposizione ai raggi solari. Normalmente difficili da nascondere, possono essere schiarite mediante l’uso di alcuni prodotti specifici a base acida, oppure di rimedi naturali o di trattamenti a laser.

macchie pigmetarie

Cosa sono le macchie pigmentarie?

L’iperpigmentazione è causata dall’aumento dei livelli di melanina, una sostanza naturalmente prodotta dall’organismo che dà colore ai capelli, agli occhi e alla pelle. Gli squilibri ormonali, l’eccessiva esposizione al sole senza un’adeguata protezione, gli effetti collaterali di alcuni farmaci, l’età, alcune patologie del derma e i fattori genetici sono i principali responsabili della comparsa delle macchie sulla pelle dalle forme e dai colori variabili.

A seconda della causa, quindi, si classificano diversi tipi di iperpigmentazione:

– macchie dell’età. Compaiono su collo, viso, décolleté e mani, influenzate dagli anni, dal fototipo nonché dall’esposizione eccessiva alla luce solare.

– Melasma (o cloasma). Si manifesta con aree più scure e di forma irregolare su viso o braccia. Il fenomeno è legato agli scompensi ormonali causati dalla gravidanza e dall’assunzione della pillola anticoncezionale.

– Iperpigmentazione post-infiammatoria o PIH. Le macchie sono la diretta conseguenza di lesioni oppure traumi alla pelle (ad esempio l’acne). Piatte, di colore rosa, rosse o marroni, possono essere causate anche da trattamenti cosmetici come la dermoabrasione, il laser e il peeling chimico. L’esposizione solare senza alcuna protezione può peggiorare la condizione.

Rimedi per alleviare le macchie pigmentarie

La prevenzione gioca un ruolo fondamentale. La comparsa delle macchie pigmentarie viene fortemente influenzata dalla luce solare, pertanto, per ridurre le possibili discromie, è sufficiente schermare la pelle con una protezione solare di alta qualità e dei cosmetici in grado di agire sui raggi UV anche quando fuori è nuvoloso (creme viso e fondotinta con fattore SPF).

In caso di iperpigmentazione, il dermatologo può suggerire trattamenti mirati: oltre alle creme schiarenti, è possibile ricorrere ai peeling chimici, soluzioni acide che una volta applicate e massaggiate sulla pelle rimuovono gradualmente gli strati superficiali, eliminando le aree scure e restituendo un colorito pressoché uniforme. Hanno azione abrasiva.

Le terapie laser, a differenza dei rimedi precedenti, sono molto più precise e in grado di intervenire anche in profondità. Sono relativamente invasive ma vanno adottate solo in caso di estrema necessità, in quanto possono dare luogo all’iperpigmentazione post-infiammatoria.

In caso di macchie pigmentarie lievi, si può ricorrere a dei metodi naturali. A tal proposito, vale la pena segnalare l’aloe vera, il succo di limone, il bicarbonato di sodio, la lozione al cetriolo oppure gli oli essenziali di carota e di sedano. Applicati sistematicamente la sera prima di andare a dormire, contribuiranno a ridurre efficacemente l’inestetismo.

Cura del viso: qual è la giusta routine per una pelle liscia?

Prendersi cura della pelle del viso vuol dire seguire una giusta routine quotidiana. Alla base di tale routine c’è, ovviamente, l’utilizzo dei prodotti dei migliori marchi come Bio Oil. Si tratta di un marchio che da sempre prevede l’utilizzo di ingredienti naturali per la produzione dei propri prodotti come l’olio di camomilla, lavanda, rosmarino e calendula – e vitamine disciolti in una base oleosa che, priva di ossigeno, impedisce l’ossidazione dei loro principi funzionali e ne mantiene intatte le proprietà benefiche per la pelle. La selezione scrupolosa degli ingredienti rende Bio-Oil il prodotto ideale per l’uso in gravidanza e sulle pelli più sensibili. Bio-Oil funziona per migliorare notevolmente l’aspetto estetico delle cicatrici, più o meno recenti, dovute ad interventi chirurgici, incidenti, ustioni, punture d’insetti, graffi, acne e varicella.

prodotti di bellezza: cura del viso

Nell’infinita gamma di prodotti di questo marchio uno dei più amati ed utilizzati è Bio Oil Viso, un olio trattante che aiuta a migliorare l’aspetto di cicatrici e smagliature e che agisce preventivamente contro le smagliature – ad esempio durante la gravidanza. Questo prodotto contiene una combinazione di estratti e vitamine che lasciano la pelle morbida e liscia senza sensazione di unto. Grazie ai suoi effetti preventivi contro la formazione di smagliature, l’olio è diventato un alleato irrinunciabile anche per le future mamme.

La routine

Oltre all’utilizzo dei migliori prodotti, per raggiungere la perfetta routine per la cura della pelle occorre seguire alcuni semplici passaggi. A partire dalla pulizia del viso che è fondamentale per evitare che la pelle si secchi o si riempia di impurità. La detersione della pelle è un passo fondamentale per avere una pelle idratata, fresca e tonica.

Inoltre è importantissimo idratare la pelle scegliendo la crema giusta per la tipologia della vostra pelle o una crema adatta a tutti i tipi di pelle e naturali, e applicatela mattina e sera sul viso e del décolleté.

Un consiglio per voi: potete aggiungere qualche goccia di siero o di booster alla vostra crema idratante per un mix completo. Se invece preferite applicare sieri e creme separatamente, ricordate che il siero va applicato prima della crema.  Il siero ha una consistenza più liquida e si assorbirà molto più in fretta, andando ad agire in profondità.

Non dobbiamo poi dimenticare che ogni tanto la pelle ha bisogno di qualche cura in più per essere pulita e detersa a fondo. Una volta a settimana è bene procedere con uno scrub viso per rimuovere in profondità le impurità che il nostro viso assorbe ogni giorno. Ricordati che gli esfolianti devono sempre essere fatti dopo la detersione quotidiana, quindi sul viso pulito. In base alla consistenza e alla formazione del prodotto, alcuni scrub vanno applicati su viso asciutto, altri sul viso inumidito. Massaggiate delicatamente la pelle per qualche minuto, lasciate in posa se necessario e poi risciacquate abbondantemente con acqua tiepida.

Ricordate che i messaggi troppo vigorosi sono dannosi e controproducenti; la vostra pelle potrebbe arrossire oppure potreste rimuove uno strato eccessivo di sebo e favorire lo sviluppo di pelle grassa e oleosa.

Il digitale nel mondo del fashion

La rivoluzione digitale irrompe anche nel mondo dei tessuti. La tecnologia sta cambiando il mondo della lana, del lino, della seta, dei cotoni e dei velluti essenzialmente in due modi: rendendo l’esperienza di scegliere un tessuto online sempre più hi-tech attraverso l’uso di soluzioni innovative e incrementando il numero delle offerte di tessuti d’abbigliamento che si trovano online.

tessuti online

Da recenti indagini più di un consumatore su due nel mondo ha acquistato un tessuto online almeno una volta nell’ultimo anno. L’e-commerce ha creato nuove aspettative e contribuito a far crescere le esigenze dei consumatori ricorrendo anche alle nuove tecnologie. In un futuro non troppo lontano realtà aumentata e intelligenza artificiale fungeranno da assistenti personali nella scelta di un tessuto e della sua confezione.

Sempre più facile l’acquisto di tessuti online

Il digitale ha avuto un effetto dirompente in questo ambito della moda, riservando ai tessuti uno spazio sempre più ampio e messo in evidenza. Accanto a questo, si è registrato anche un aumento dei servizi e device tech che guidano gli acquisti.

I player del settore dei tessuti online utilizzeranno, nel breve futuro, sempre più attivamente tecnologie legate alla realtà virtuale per migliorare e personalizzare le esperienze di shopping digitale. Intanto stanno sviluppando app per facilitare il cliente nel comprendere le caratteristiche del tessuto, le performance o semplicemente la cura che necessita.

Le divisioni IT delle aziende, stanno infatti già lavorando verso un’implementazione delle iniziative di personalizzazione per consentire ai consumatori o, più nello specifico alle sartorie, di prendere decisioni di acquisto online che siano migliori di quelle in negozio. Le app e le piattaforme online consiglieranno i consumatori sia tramite algoritmi computerizzati sia attraverso comunità virtuali o blogger.

I Millennials si interessano sempre più ai tessuti online

Tra i mercati maggiormente interessati allo sviluppo della vendita dei tessuti online ci sono sicuramente gli Stati Uniti e la Cina, senza dimenticare tutta l’area del Medio Oriente con in testa gli Emirati Arabi.

Oltre a queste nuove rotte del commercio di tessuti online, non bisogna dimenticare la generazione dei Millennial, che con le loro scelte e preferenze influenzeranno, se non addirittura definiranno il mondo delle sartorie digitali con il loro bagaglio di tessuti pregiati.

Indubbiamente la loro disponibilità di spesa è superiore a quella delle generazioni precedenti e, sempre di più, questi ragazzi saranno interessati all’intero processo produttivo alle spalle della confezione di un abito, partendo dal tessuto in primis.

Le aziende tessili con le loro piattaforme di tessuti online, devono dunque ripensarsi per rispondere alle esigenze di questo tipo di consumatore, sia questo un millenial o un giovane designer o sarto.

L’approccio immediato, sostenibile e concreto diventa dunque un’esigenza e non una semplice moda passeggera, specie se l’interlocutore è un millenial, predisposto, per conformazione genetica, a questo tipo di navigazione.

Per informazioni più dettagliate, si rimanda all’articolo di approfondimento su “Un’ampia scelta di tessuti online per uomo e donna” su Carnet, fonte autorevole in campo di tessuti.

Saldi estivi 2019, cinque pezzi da acquistare

 

Al via i saldi estivi 2019: si comincia in quasi tutte le regioni italiane a partire dal 6 luglio. Segnate sul calendario questa data perché è il momento di lanciarsi negli acquisti ragionati dei saldi estivi: mai lasciarsi sedurre dalla quantità e da qualsiasi cosa sia in saldo. Il trucco invece è di acquistare in modo consapevole scegliendo i pezzi cult di stagione da riutilizzare il prossimo anno e magari anche per i mesi autunnali ed invernali. 

Ecco cinque pezzi da non lasciarsi scappare in occasione dei saldi invernali.

Stella McCartney eyewear, la nuova collezione è sostenibile e biodegradabile 

Attentissima da sempre all’ambiente e alla Terra, Stella McCartney prosegue con la sua battaglia per la salvaguardia dell’ambiente e non è certo un caso che la stilista inglese abbia deciso di lanciare per la prima volta una collezione eyewear totalmente sostenibile. 

Anche la nuova collezione sostenibile di Stella McCartney dimostra come si possano realizzare chiaramente dei pezzi molto desiderabili e bellissimi, ma ad impatto che coniugano la bellezza alla difesa della terra e alla sua sostenibilità.

Prada diventa fur-free, stop alle pellicce

Era ora: anche Prada dice basta alle pellicce ed entra a far parte della famiglia fur-free. 

Il gruppo del lusso ha annunciato che le pellicce spariranno dalle collezioni donna della primavera/estate 2020 e che non verranno più utilizzate pellicce animali per realizzare nuovi prodotti. 

Una decisione che è stata annunciata in collaborazione con la Fur Free Alliance, la Ffa, che riunisce oltre 50 organizzazioni in più di 40 paesi, e che rappresenta il frutto di un lungo dialogo e complicato dialogo fra il Gruppo, Ffa, Lav e The Humane Society of the United States.

Luxe Rose Garden Hotel di Roma, il Rose Garden entra nell’orbita Luxe

Il Rose Garden Palace di Roma entra nell’orbita Luxe e diventa Luxe Rose Garden: per festeggiare la nuova partnership fra l’Hotel e il prestigioso gruppo americano Luxe Collection, l’appuntamento è fissato a mercoledì 27 marzo con un esclusivo party di inaugurazione nella hall dell’hotel in Via Boncompagni 19, a due passi dalla Via Veneto della dolce vita felliniana.

Id67i6xQ

L’accogliente hall del Rose ospiterà lo staff, i principali partner, il General Manager del Luxe Rose Garden e azionista della struttura, Alessandro Lucio Massari, il CEO del Gruppo Luxe, Efrem Harkham che ha inaugurato la storia dei Luxe Hotels nel lontano 1983. 

A Beautiful Day, l’evento beauty gratuito di Roma

Torna per il terzo anno consecutivo A Beautiful Day, l’appuntamento beauty gratuito organizzato dall’Accademia L’Oréal a Palazzo Mignanelli a Roma: segnate in agenda la giornata di sabato 9 marzo (dalle 10 alle 19.30) per poter partecipare all’evento dedicato a mamma e figli perché “il tempo che una donna mamma dedica alla cura di sé sia un insegnamento da trasmettere ai più piccoli”. 

beautiful day

L’evento consente di trascorrere una giornata fra madri e figlie per riscoprire quanto sia importante dedicare il tempo giusto alla bellezza, che deve essere custodita e tutelata come mostra la fotografia scattata da Treatwell, il portale per prenotare via app trattamenti di bellezza last minute che conferma spesso di prenotano trattamenti di bellezza last minute proprio con l’intento di incastrare un trattamento tra un impegno e l’altro. 

San Valentino, la beauty routine per lui e per lei

San Valentino è una cosa seria e le coppie lo sanno bene: come prepararsi per il meglio alla serata? Lui e lei condividono la necessità di farsi belli in occasione di un incontro romantico come hanno messo in evidenza i dati di una recente ricerca Treatwell.

La maggior parte degli intervistati (98,5%) è certo che la cura del proprio aspetto in vista di un appuntamento galante sia molto importante e oltre la metà degli intervistati (60,2%) sostiene che la “preparazione estetica” sia indispensabile.

 san valentino beauty routine

Lo pensa la maggior parte degli uomini (90,7%) e oltre un terzo degli intervistati (34,4%) è certo che prendersi cura di sé sia importante. 

Chanel n.5, l’iconica fragranza si veste di rosso

Rosso, rosso e ancora rosso: uno dei colori preferiti da Mademoiselle Coco Chanel (insieme al nero, al bianco e all’oro) diventa la nuance dell’edizione limitata dello Chanel n.5, l’iconico profumo commissionato dalla stilista al chimico Ernest Beaux (e così chiamato per via della scelta caduta sulla quinta fragranza proposta) e lanciato sul mercato nel 1921. 

chanel3

Da allora il mito dello Chanel n. 5 è rimasto intatto anche grazie a tantissime diverse testimonial (tra cui Marilyn Monroe o Catherine Deneuve tanto per citarne un paio) e in occasione del Natale 2018 arriva la fragranza red in edizione parfum e in edizione limitatissima.