Ermenegildo Zegna, collezione autunno inverno 2011 2012

di Giulia Ferri Commenta

Ermenegildo Zegna celebra le affascinanti e molto contemporanee personalità dell’Oriente e dell’Occidente dedicando la collezione autunno inverno 2011 2012 alla Cina, paese che ben conosce per esserci arrivato per primo con successo 20 anni fa. La capacità tutta cinese di forgiare senza cedimenti il proprio destino ispira abiti rigorosi, che rubano fascino alle divise della Rivoluzione e lo fondono con lo stile inappuntabile e ipermaschile di abiti anni ’40.

I colori sono sobri, ideali passepartout per viaggi e culture lontanissime. Predominano grigi antracite che arrivano al nero, color tè, mogano in varie tonalità dal rosso al marrone e verde bambù, nei quali si svelano inaspettati dettagli di seta lucida intessuta con un celebrato disegno dell’arte cinese classica.

E’questo il ‘particolare rivelatore’ che, declinato in rosso lacca e color bronzo, caratterizza in modo più o meno visibile tutta la collezione. La silhouette si gioca su abiti e giacche a 3 bottoni con spalla dritta e pantaloni asciutti dal risvolto alto, da portare sotto avvolgenti cappotti raglan.

Il taglio sportivo è confermato da tocchi utility e tessuti effetto tweed o macro Principe di Galles, che da Zegna dimenticano la tradizionale ruvidezza e si reincarnano in sontuosi “Cashmere Duo” bicolore. Debutta anche il “Cashco Goffrato”, un intreccio del prezioso filato con cotone e lana dall’aspetto vintage.

Rispondi