True Religion: app per i dieci anni di attività


True Religion, marchio di luxury denim e casual wear californiano, annuncia il lancio della sua prima App Unstitched, una vera e propria piattaforma web volta a sottolineare la crescente importanza del denim all’interno del sistema moda. Attraverso un’esclusiva partnership con il sito Pose.com che ha tracciato le linee guida per la condivisione dei files sull’App, True Religion ha ingaggiato i top bloggers internazionali che durante le fashion week di New York, Londra, Milano e Parigi hanno catturato con i loro obiettivi i più originali denim look uomo e donna.

Le migliori immagini trasmesse e postate sul tumbler di True Religion, sulla pagina Facebook dedicata, Twitter, Pose.com e Milkmade.com contribuiscono ad esplorare e far conoscere l’ispirazione e l’artiginalità che stanno dietro alla creazione di un prodotto denim e che hanno fatto di True Religion un brand riconoscibile e riconosciuto in tutto il mondo.

United Colors of Benetton e Sisley, il futuro è on line

united colors of benetton e sisley puntano sui social network e sulle interazioni on line

La questione potrà anche non piacere, ma è un dato di fatto che la società tutta si stia digitalizzando: dalle case di moda alle immatricolazioni all’università, passando per la spesa all’Esselunga e per finire con il lancio in anteprima di nuove collezioni one shot, tutto gira attorno a Facebook, Twitter, Youtube, Foursquare e socialnetwork più o meno conosciuti.

I numeri parlano e da essi non si può scappare: il web è una miniera di opportunità, investimenti e pubblicità. Il target di navigatori abituali è variegato: la fascia d’età che più utilizza e sfrutta il mezzo internet, interagendo e partecipando grazie agli aggregatori sociali, è proprio quella più produttiva, che spende e consuma. Il marketing lo sa e i marchi di moda spingono l’acceleratore su questo nuovo mezzo di comunicazione: tra i tanti United Colors of Benetton ne è un esempio eclatante e vincente.

Naomi Campbell dice no ai social network, troppo gelosa della sua privacy

naomi campbell dice no ai social network per tutelare la propria privacy

Chi l’avrebbe mai detto che Naomi Campbell, la selvaggia e senza peli sulla lingua Venere nera delle passerella, fosse talmente attaccata alla sua privacy e intimità da dire di no ai più famosi social network esistenti come Twitter e Facebook? E’ pur vero, d’altronde, che non ha affatto bisogno di vetrine del genere per riuscire a rimanere sotto i riflettori.

A lei basta posare per un paio di scatti della nuova collezione eyewear Dolce & Gabbana per essere nuovamente sulla bocca di tutti e tutte. Una statua ammiccante in occhiali da sole e costume da bagno animalier campeggia sui cartelloni pubblicitari di mezzo mondo. Ancora mozzafiato nonostante gli anta superati da un pezzo.

Lindsay Lohan stilista full time

lindsay-lohan-stilista

Lindsay Lohan diventa stilista full time ed amplia la sua linea di abbigliamento 6126 con una collezione di 100 capi per low e high budget.

Per il 2011 sarà pronto un guardaroba imprevedibile come la sua designer, comprendente leggins da 18 dollari ma anche outfit in pelle da 300.