Foto di moda di Richard Avedon all’asta da Christie’s

di Paola Perfetti Commenta

Fotoritratti di inestimabile valore artistico e storico con effigiate dive dello schermo e della moda, da Marilyn Monroe a Twiggy, saranno battuti all’asta da Christie’s, nella sede di Parigi, il prossimo 20 novembre 2010. Autore e protagonista della sessione di vendita, il fotografo di moda Richard Avedon.

La sua fondazione, The Richard Avedon Foundation ha infatti deciso di destinare al mercato del collezionismo privato oltre 60 fotografie iconiche dell’artista. Secondo i vertici di Christie’s si tratta della maggiore vendita di un corpus di opere omogeneo mai battuto – tutto insieme – dal martelletto della prestigiosa casa d’aste.

Per la sessione di vendita “Avedon: Photographs from The Richard Avedon Foundation” le attese sono altissime: dai 3,7 ai 6 milioni di euro per la vendita delle straordinarie opere fotografiche nelle quali Avedon ha immortalato dive dell’obiettivo, da Marilyn Monroe (tutti gli occhi sono già puntati su una edizione del 1957) a Twiggy, fino alla strepitosa immagine di “Dovima with Elephants” per Dior, del 1955, e l’autoritratto celeberrimo di Avedon con macchina fotografica, un autoritratto giovanile del 1963.

Per non dimenticare le fashion icons del calibro di Veruschka, Jean Shrimpton, e Brigitte Bardot, anche loro rese eterne dal fotografo e le cui effigi sono state messe a loro volta all’asta.

“Una vendita che comprende il pantheon delle più grandi figure di creativi del 20mo secolo”, l’ha definita Philippe Garner, Capo Internazionale del dipartimento di Arti decorative e Fotografie del 20mo secolo di Christies.

E continua: “Per di più, si tratta di immagini-simbolo del glamour e della moda nella sua accezione più sofisticata ed intensa, che insieme riescono anche ad affrontare il tema della condizione umana.”

E mentre Parigi freme, The Richard Avedon Foundation scalpita e ultima i preparativi per il suo appuntamento più importante: oltre all’indiscusso richiamo mediatico, infatti, buona parte del ricavato dalle vendite andrà a supporto delle attività stesse della fondazione e per la sua conservazione.