Roma Alta Moda: Sarli a/i 2012 2013

di Sandra Rondini 1

Nell’elegante quanto originale cornice del Ponte della Musica di Roma, è iniziata ufficialmente ieri sera AltaRoma, la settimana dell’alta moda capitolina, con la prima sfilata in calendario, quella della maison Fausto Sarli. Sulla struttura di un ponte ultramoderno completamente bianco e sospeso sul Tevere, le modelle si sono avvicendate una dietro l’altra con grande charme ed eleganza in un crescendo di nuance e di colori.

Come sempre le spose sono un vero splendore, sensuali, romantiche, di un glamour rètro quasi hollywoodiano. Abiti per chi si vuole sentire diva per un giorno ed abiti per chi è diva  sempre, pensati per un red carpet importante, come ad esempio quello che ha visto la maison Sarli protagoniosta dell’ultima Notte degli Oscar con la vincitrice della statuetta Francesca Lo Schiavo. Il delfino Carlo Alberto Terranova riesce così, grazie al suo gusto innato e alla sua lunga esperienza nel mondo dellamoda, a costruire sapientemente una collezione haute couture a/i 2012-2013 piena di sperimentazioni ardite e coraggiosi giochi volumetrici e lo fa ispirandosi all’eclisse lunare. Un tema molto poetico.

Per il prossimo inverno la maison Sarli ha pensato a una donna preziosa, sofisticata, contemporanea esteriormente e romantica e rétro nell’anima. Bella la scelta di contrapporre lucido ed opaco in una serie di abiti dalla silhouette estremamente ladylike e sontuosa. Mentre gli abiti da cocktail sono in leggero crepe di lana e disegnano ellissi in una vertigine di linee dal design molto accattivante, la sera si apre con minidress che catturano la luce, abbagliano, seducono fino ad arrivare alla grand soirée. Gli abiti da sera hanno linee morbide con ricami di frange di vetro nere e sfumature che rimandano proprio all’eclissi di luna. Il tutto in stile Seventy, molto glam-rock, vivace e seducente.

I volumi sono leggeri e morbidi e qua e là tra i tessuti emergono trame di fili argentei che illuminano la notte di luce lunare. Per il grand finale, come al termine di un’eclissi totale, torna la luce a vince su tutto. Ed ecco la sposa , in una costruzione sartoriale davvero meravigliosa in cui ventagli scomposti di organza frusciante creano volumi così leggeri e soavi che sono pura poesia. Alla fine standing ovation per Terranova che fa la sua meritata passerella mano nella mano, emozionatissimo, lungo il Ponte della Musica, con la sua spettacolare sposa.

Photo Credits | Sandra Rondini

Commenti (1)

  1. caro GianniQuando si parla di moda, anzi per essere pif9 svtetliei, di Alta Moda, si parla di genialite0, creativite0 e fantasia italiana nel mondo. Questo dell’alta moda e8 un settore che dobbiamo curare particolarmente. Dobbiamo renderci conto di un mondo fantastico che vi gravita intorno, del ritorno economico, di moneta pregiata come nessun altro settore produttivo puf2 parimenti gratificarci. La moda puf2 essere indirizzata a tutte le categorie di persone. E Alta Moda e8 la sua punta di diamante. Ho potuto apprezzare il livello degli intervenuti alla sfilata. La Hit Parade di un mondo da favola.Caro Gianni, so che tu sei uomo di multiforme ingegno, ma son sicuro che nell’organizzazione dell’evento e nel suo livello qualitativo fatto di contatti e pubbliche relazioni con i veri artefici che sono dietro le quinte di questo mondo fantastico, devi esserti avvalso della collaborazione di esperti/e del settore.Guarda caso due di essi li ho visti in prima fila, vero cara Valeria Mangani? Vero Prof. Panfili? Dove andate, portate sempre un tocco di classe all’evento a cui partecipate. La moda, quella vera, non puf2 fare a meno di voi. Anche in queste scelte, caro Gianni, dimostri di saperci fare, di essere buon intenditore.Anzi , per la prossima sfilata, mi prenoto per essere in prima fila: fatemi rifare gli occhi!!!saluti da brunosaetta, per gli amici bruno