Bye bye mr. President: Yamamay saluta il premier

di Giulia Ferri Commenta

Davvero un po’ curiosa e originale la scelta di Yamamay di salutare il premier con un’ADV che ha monopolizzato le pagine dei maggiori quotidiani italiani e recita By bye mr. President. Essendo vestita di rosso, si potrebbe pensare che la modella è stata “mandata” da qualche corrente politica avversa e invece come spiega Gianluigi Cimmino, responsabile marketing di Yamamay:

E’ una ragazza del nostro catalogo, il messaggio è un addio giocoso a un’epoca che si chiude, ma nessun significato politico.

Il rosso dunque non è un colore politico ma quello dell’intimo natalizio di Yamamay che ha voluto fare capolino così con un’entrata di sicuro effetto. Rimane il dubbio se ci sia un collegamento tra quest’immagine e la fama di donnaiolo che il premier si è cucito addosso. Che sia una piccola vendetta del mondo femminile? Sono totalmente scarsa nei giudizi politici ma è balenante che se Yamamay ha voluto giocare con l’attualità e rendersi visibile la mission è riuscita in toto.

E non sono mancate le polemiche. Ricorderete la querelle tra Striscia la Notizia e La Repubblica sull’uso strumentale del corpo femminile. Bene, qualcuno ha accusato La Repubblica di aver fatto altrettanto. A me è servita come prova che in Italia, non c’è gesto e non c’è sospiro che non possa essere interpretato e criticato come una mossa politica da biasimare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>