Coccinelle: è ufficiale il passaggio all’azienda coreana E-Land Europe

di Redazione Commenta

Il 7 marzo l’azienda parmense Coccinelle è ufficialmente passata a E-Land Europe: il brand italiano del lusso accessibile, tra i più importanti e conosciuti nel settore della pelletteria, cede il 100% delle sue quote a una realtà non italiana, che ha recentemente ampliato i suoi interessi acquisendo anche altri importanti marchi del settore abbigliamento e calzature.

Cambierà qualcosa nel marchio Coccinelle così come lo conoscevamo? E-land ha dato una risposta a questa legittima domanda confermando e volendo fortemente come amministratore delegato Angelo Mazzieri, l’imprenditore che negli ultimi quindici anni è stato responsabile dello sviluppo e della crescita nel mercato europeo di Coccinelle: si configura quindi una sorta di continuità a livello dirigenziale e di mission che fa ben sperare.

Tra gli aspetti che caratterizzavano il brand, fondato nel 1978 a Sala Baganza in provincia di Parma, era il rigoroso Made in Italy dell’intera filiera lo sviluppo del prodotto, a partire dall’ideazione fino all’assemblaggio e alla lavorazione vera e propria, sono sempre avvenuti sul territorio italiano e speriamo che il nuovo manegement si proponga di perseguire questa strategia, rivelatasi negli anni vincente e di successo.

Spiega Angelo Mazzieri:

Ho accettato volentieri di restare come Amministratore Delegato perché credo in Coccinelle e nel suo progetto di crescita e perché intendo garantire continuità al programma di sviluppo avviato negli ultimi anni. Ritengo E-Land il partner ideale per una crescita veloce e consolidata. Normalmente un partner industriale come E-Land rileva il controllo dell’Azienda e da ciò è maturata la scelta di cedere integralmente la mia quota; una scelta motivata anche da valutazioni personali, che mi hanno spinto, in nome della crescita e dell’ulteriore affermazione di Coccinelle sui mercati di tutto il mondo, di rinunciare ad una partecipazione di minoranza dell’azienda che ho fondato con la mia famiglia e che ho gestito in prima persona negli ultimi dieci anni

L’obiettivo dei nuovi vertici prevede un’implementazione del piano industriale, compresi significativi investimenti sia nella struttura aziendale sia per lo sviluppo retail sui principali mercati mondiali. E-Land si propone inoltre di puntare su una strategia di espansione sul mercato europeo (soprattutto in Italia,Germania e Russia), ma anche e soprattutto nei mercati asiatici quali Cina e Corea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>