Paris Fashion Week: Issey Miyake a/i 2011 2012

di Monica De Chirico Commenta

Decisamente poetica e teatrale la sfilata di Issey Miyake che si è svolta a Parigi in occasione della Fashion Week. Del resto non poteva essere diversamente: un uscita in grande stile per il direttore artistico della Maison. Dopo 17 anni alla guida della Maison, Dai Fujiwara ha presentato la sua ultima sfilata per l’autunno inverno 2011 2012. Ad aprire lo show: un pianoforte a coda con le note di Twinkle Twinkle Little Star e uno staff  che creava capi a partire da origami .

Fujiwara ci dimostra con l’apertura del suo défilé che la moda può essere eco-responsabile; basta un pò di creatività, arte, alcune strisce di carte e qualche graffetta per creare una gonna, un vestito o un top fashion. Molteplici forme che prendono vita da elementi semplici, come le note che accompagnano lo show. Una volta impostate le premesse con gli origami,  il direttore artistico ha dato il via all’uscita degli stessi ensemble per una seconda volta, ma lavorati con tessuti funzionali. E’ stata una sfilata molto geometrica. Dalle forme degli abiti che ricordano fazzoletti e pieghe triangolari, alla moltitudine di stampe e fantasie che zigzagavano su cappotti, calze pixelate e che ondulavano su pantaloni molto morbidi. Spiccava un tocco London edge in un’illusione ottica 3D, cappotti bianchi e neri ed una giacca pied-de-poule, su abiti intriganti che ricorda gli scacchi.

Nella paletta dei colori della Maison Miyake domina il nero, il bianco, il grigio, rosso con qualche tocco di verde e marrone.  Tra gli accessori i leggings declinati in diverse fantasie o sfumature di colore sono tra gli elementi più importanti di questa collezione.

Video: via CollezioniTv/ YouTube

Rispondi