Paris Fashion Week 2012: dopo New York Marc Jacobs rilancia il grunge anche da Louis Vuitton

di Sandra Rondini Commenta


Dopo aver rilanciato il grunge durante la New York Fashion Week, Marc Jacobs, direttore artistico della maison Louis Vuitton ritenta il colpo a Parigi durante la settimana della moda francese, con un risultato altalenante se non altro perchè più linee non possono essere dirette da uno stesso designer che, inevitabilmente, in un dato periodo della sua vita, magari si sente ispirato da un mood che si trascina dietro, pur non volendo, anche in tutte le altre griffe che disegna.

Meno male che, dopo tanti rumors, non gli hanno dato in gestione artistica anche la maison Christian Dior, in balia del mediocre Bill Gaytten, di cui era il candidato più papabile a succedere al trono di John Galliano. A quest’ora vedremmo ovunque un po’ di Marc Jacobs in tutte le salse e sarebbe francamente troppo.

Tornando alla sfilata parigina della nuova collezione autunno/inverno 2012-2013 di Louis Vuitton è ambientata agli inizi e alla fine del Novecento, ossia nei primi decenni del celeberrimo “secolo breve” e nell’ultimo decennio, gli anni Novanta, che videro il culmine del grunge con il mito dei Nirvana, Kurt Cobain e Seattle. In passerella misteriose donne con ai piedi delle Mary Jane con tacchi vertiginosi scendono da un treno di notte per dirigersi chissà dove.

Silenziosi facchini le aiutano a trasportare i loro favolosi bagagli (da sempre la valigeria è il fiore all’occhiello della maison parigina!). Tante ladies misteriose vestite con capi realizzati non solo con tessuti da tappezzeria, ma anche preziosi broccati, e stampe jacquard, illuminati da bottoni gioiello a forma di fiore, rivelano un’allure grunge primordiale.

Predominano i volumi ad “A”, soprattutto nei cappotti da indossare con gonne longuette e pants skinny. Notevoli, infine, i fantasiosi cappelli couture decorati di piume, pelliccia e swarovski che celano il volto di splendide donne con una storia tutta da immaginare, a cavallo di un Novecento firmato Marc Jacobs.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>