Moda italiana, il calo sarà del 13% per il prossimo anno

di Lucia D'Antuono Commenta

Il campo della moda sta attraversando un momento davvero complicato dovuto alla pandemia generata dal Coronavirus ed è principalmente la moda italiana ad essere piuttosto preoccupata anche del futuro.

Come molti sapranno il made in Italy, soprattutto in campo della moda, è esportato in tutto il mondo e vive molto di fiere, sfilate ed eventi di questo genere. Purtroppo l’impossibilità di effettuare grandi raduni di esperti del settore, con passerelle che si arricchiscono ogni anno di novità importanti per questo campo, ha indubbiamente fortemente penalizzato la moda italiana.

I dati raccolti da Nomisma sul fatturato della moda italiana

Ciò che si evince dall’analisi messa in atto da Nomisma è alquanto preoccupante ed a quanto pare passerà ancora tanto tempo prima che si possa tornare alla normalità. Per i prossimi 12 e 18 mesi si prevede un calo del 13% sul fatturato medio per le varie aziende di moda, ma andando più nello specifico i dati attuali sono davvero disastrosi. Se tra il 2018 e 2019 la moda italiana aveva fatto registrare un valore di produzione pari a 133 miliardi di euro, di cui 71 miliardi di export, ora la situazione è ben diversa e rischia di far collassare diversi brand che per anni hanno capeggiato questo settore. Dopo infatti i primi nove mesi del 2020 si è arrivati ad una perdita del 35% del fatturato e tra ottobre e dicembre si calcola un -31%.

La pandemia causa principale della crisi della moda italiana

Chiaramente questo risultato così negativo è dovuto a ciò che ha generato questa pandemia, ossia alla chiusura di diversi negozi, che non sono riusciti a reggere la crisi economica, ma anche al cambiamento dei classici flussi quotidiani. Smart working ed anche la mancanza concreta di turisti hanno inevitabilmente tagliato le gambe alla moda italiana. Per non parlare poi della sospensione degli eventi fieristici, altro elemento che inevitabilmente ha costretto la moda italiana a ritrovarsi in una situazione economica sempre più problematica. Ormai le varie aziende si stanno preparando al peggio e si rischia che il periodo più produttivo dell’anno, come quello natalizio, non sarà assolutamente in grado di reggere le perdite avute durante questi mesi. Difficile insomma una ripresa rapida per la moda italiana ed anche per il futuro la situazione non sembra assolutamente migliorare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>