Settimana della Moda di Milano 2010: viva il made in Italy!

di Paola Perfetti Commenta

A settembre la Settimana della Moda milanese sarà di ben 6 giorni: Prada aprirà le sfilate il 22 settembre, l’ultimo sarà Armani, il 28.

Ieri, giornata di summit a Milano fra i Big della moda. Oggi la rivelazione: in barba ad Anna Wintour, il prossimo Calendario della Settimana della Moda di Milano accoglierà i nomi dei più importanti stilisti italiani e le sfilate saranno allestite in Piazza del Duomo o, udite udite, anche al Castello Sforzesco.

Ricordate i rumors e le diatribe tra i designer e Anna Wintour nella passata edizione della Milano Fashion Week? La potente direttrice di Vogue  pretese  di condensare in soli tre giorni le passerelle meneghine così da partecipare in poco tempo a quelle che le interessavano di più.

I risultati furono devastanti: 43 sfilate in soli 3 giorni con conseguenti accavvalamenti di nomi e orari che resero impossibile per modelle, buyer e addetti alla comunicazione partecipare ai defillet.

Da oggi i Crociati del made in Italy hanno deciso: si torna all’origine!

La settimana della Moda è un momento di fondamentale importanza per la nostra attività ed è indispensabile che gli venga riconosciuto il ruolo trainante a livello internazionale che ha sempre avuto e che deve continuare ad avere. — dice la maison PradaQuello di oggi è un passo significativo, che va nella direzione giusta. Penso che si possa fare di più: il futuro del calendario delle sfilate milanesi va affrontato anche a difesa del made in Italy e del patrimonio creativo di tutta la filiera della moda“.

Rincalza Armani: “Era giunto il momento di riconsiderare seriamente la questione del calendario perché intorno ad esso ruota un intero sistema industriale che deve riprendere coscienza di sé, riaffermando la propria forza e il proprio valore“. E continua: “Va a tutela anche degli stilisti emergenti e dimostra che se vogliamo, noi italiani, siamo perfettamente in grado di imporre senza timori la nostra volontà per valorizzare ciò che il mondo riconosce essere un ricco e inimitabile patrimonio creativo“.

Un accordo e un calendario concordato insieme alla mediazione della Camera della Moda Italiana e il Comune di Milano, che si attiverà per la creare una serie di eventi e manifestazioni aperti anche alla città.

In particolare, il suo Presidente, Mario Boselli, ha dichiarato: “Sarà una settimana con i più grandi nomi della moda, sei giorni con tutti gli stilisti che contano e la data finale con appuntamenti più indirizzati al mercato” ha detto, e poi: “Daremo una lezione a chi non vuole bene alla moda italiana”.

L’appuntamento è quindi dal 22 al 28 settembre a Milano!

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>