E’ morto Marco Simoncelli: lo ricordiamo così

Marco Simoncelli campione di Moto Gp, è morto durante il Gran Premio della Malesia in seguito a una caduta a cui è sopraggiunta la moto di Edwards e Valentino Rossi. Sono diversi i blog di iSayBlog! che ne hanno dato notizia, ognuno evidenziando l’aspetto tematico riguardante, noi vogliamo ricordarlo per il suo stile, non solo come testimonial del brand Rifle.

In primis sono gli amici di Quattrotempi che stanno aggiornando in tempo reali le notizie provenienti dalla Malesia. Anche Medicina Live ne ha parlato, sottolineando l’impossibilità alla donazione degli organi. E così Attualissimo, CineTiVu, Ultimogiro.

E’ morto Pepito, padre della moda Positano

Ci sono nomi che hanno fatto parte della storia della moda e nemmeno conosciamo bene, prima che Milano diventasse la capitale della moda e gli stilisti del Bel Paese griffassero gli anni ’80 per dare allo stile italiano una direzione fashion. Così, all’età di 77 anni ci lascia uno dei precursori della moda. Ma non di quella fatta di giganteschi advertising e testimonial pagati milioni di euro, di scandali creati ad hoc e di capi per forza “coutierizzati”.

E’ morto Pepito, alias Salvatore Esposito che nel dopoguerra e per tutti gli anni ’60 fecero di Positano, il fulcro della moda alternativa. Perchè mentre all’estero i figli dei fiori dettavano le moda in Italia c’era – un po’ come per la musica psichedelica – un po’ di restio ad abbracciare queste culture beat.

La fotografa Corinne Day è morta!

A soli 45 anni, è morta a causa di un tumore celebrale, la fotografa che ha reso famosa Kate Moss, Corinne Day, diventata famosa negli anni novanta per aver scoperto una giovanissima Moss ed averla fatta diventare l’icona di oggi.

Da Vogue, Alexandra Shulman parla della sua scomparsa dicendo:

Tom Nicon: morte ancora avvolta nel mistero

tom  nicon

La morte del modello Tom Nicon è avvenuta quasi sicuramente a causa di una pena d’amore. Gli amici del modello raccontano alla polizia:

Negli ultimi giorni era diventato più triste Tom era un ragazzo dolce e sensibile

Venerdì mattina era all’interno dell’atelier Versace per provare gli abiti e la passerella, Donatella Versace lo ricorda dicendo:

Era normalissimo. Solo in mattinata si era chiuso in uno strano mutismo. Chissà se quello era un segnale che come donna e madre avrei potuto cogliere?”.

L’ultimo applauso a Roberta di Camerino

roberta_di_camerino

Giuliana Coen Camerino, fondatrice del marchio Roberta di Camerino, uno dei brand italiani più famosi al mondo, è morta nella notte di lunedì e martedì, all’ospedale civico di Venezia, dopo essere stata colta da un malore mentre si trovava a bordo della sua barca.

Aveva la bella età di novant’anni.

I funerali oggi, e poi la tumulazione nel ghetto ebraico del Lido.

E’ morto Renzo Rossetti

renzo rossettiLunedì sera si è spento all’età di 84 anni Renzo Rossetti, fondatore dell’omonimo calzaturificio.

Lo ricordiamo con le parole che Natalia Aspesi ha scritto nella sua biografia:

Storie come quelle di Renzo Rossetti. La fortuna di nascere poveri non ne esistono più. La sua come quella di altri grandi italiani dell’impresa e della cultura, appartiene a un’Italia povera, silenziosa, proba, geniale che il tempo con i suoi mutamenti sociali, economici e politici ha cancellato ed è una storia che ho conosciuto solo poco tempo fa, quando il mitico industriale Rossetti mi ha dato timidamente da leggere qualche appunto sulla sua vita.

Addio a Malcom McLaren, padre del look punk

Vivienne Westwood Malcolm McLaren _

Era il 1971 quando Malcom McLaren, ribelle ragazzo di origini scozzesi, arrivava a Londra e apriva un eccentrico corner shop in King’s Road insieme alla sua fidanzata. Lei era Vivienne Westwood ed insieme a lei, poco tempo dopo, avrebbero creato la moda punk.

McLaren è mancato l’8 aprile, a 64 anni, per un male incurabile, ma il ricordo di lui è legato ad alcuni dei nomi e allo stile più rock della storia del fashion e della musica.

In Memoria ad Alexander McQueen, la sua carriera tra foto e video

alexander mcqueen19

Dopo la notizia di Ieri, dove lo stilista Alexander McQueen si è suicidato, noi di Modalizer, abbiamo creato un book fotografico con numerosi foto di collezioni passate, un breve cenno alla sua storia e carriera artistica e sue immagini.

Alexander nasce a Londra nel 1969, a 16 anni comincia a lavorare per alcuni costumisti di fama internazionale. A soli 20 anni si trasferisce in quel di Milano, dove lavorerà poi per Romeo Gigli, nel 1992 torna a Londra per completare gli studi alla Saint Martin’s School of Art.

Nel 1996 viene preso dalla maison Givenchy come Direttore Creativo fino al 2001, per poi passare a far nascere il suo marchio di moda abbinandolo a sfilate differenti, stilose, aggressive e creative.

Alexander McQueen si è suicidato

alexander-mc-queen-morte

La notizia schock arriva dal Daily Mail: lo stilista Alexander McQueen è stato trovato morto suicida.

Un evento che sconvolge il mondo della moda e chi ha amato uno dei più soprendenti designer della nuova generazione (sue le Armadillo Shoe che hanno fatto ribellare le modelle di tutto il mondo solo qualche mese fa).

McQueen ha deciso di lasciarci a soli 40 anni, a pochi giorni dalla scomparsa della sua amatissima madre e a soli 3 anni dalla morte di Isabella Blow, una delle sue amiche più strette nonchè talent scout.

E’ morto il fotografo Dennis Stock

dennis stock

Il fotografo statunitense Dennis Stock, colui che rese celebre il mitico James Dean, è morto in ospedale in Florida a causa di una malattia incurabile.

Stock divenne famoso soprattutto per aver fotografato lo schivo Dean durante una passeggiata in una piovosa giornata a Times Square.

Coco Chanel: il mito intramontabile della moda

coco-chanel

È venuta dal niente, sua nonna portava le bestie al pascolo

Con tono di spregio i nemici additavano le umili origini di Coco Chanel, come se rendere l’invidia più evidente fosse un modo per non riconoscerne l’indiscussa superiorità.

Sono passati 39 anni dalla sua scomparsa all’età di 88 nella sua suite dell’Hôtel Ritz di Parigi, ma di Coco Chanel ne sentiamo ancora l’influenza.

Roberto Gucci è morto

roberto gucci

Ieri nella residenza di Bagazzano, in provincia di Firenze, è morto Roberto Gucci, componente della dinastia di pellettieri fiorentina, a causa di una malattia incurabile.

Nato nel novembre del 1932, figlio di Aldo Gucci e Elisabeth Pryce e nipote di Guccio Gucci, lascia la moglie Drusilla dei Duchi Caffarelli e sei figli.