Pitti Immagine Bimbo 2011: bilancio positivo

di Giulia Ferri Commenta

Pitti Immagine Bimbo, la manifestazione moda dedicata alle collezioni 0-16 ha confermato sostanzialmente l’affluenza dei buyers italiani ma ha registrato un aumento del +2,5% di quelli stranieri.

L’Amministratore Delegato di Pitti Immagine, Raffaello Napoleone, ha commentato i risultati positivi:

Pitti Bimbo conferma sostanzialmente i risultati già emersi durante Pitti Uomo. Si è respirato energia e ottimismo, grandi apprezzamenti sono arrivati per le 530 collezioni in mostra e per le novità presentate dalle nostre aziende, così come per la qualità dei top buyer presenti: in tre giorni, sono arrivati a Firenze i rappresentanti di tutti i più importanti negozi e department store a livello internazionale. Come ben sappiamo, in questo momento è proprio l’estero a trainare la ripresa, e le presenze in crescita anche a Pitti Bimbo ne sono una conferma evidente; mentre è ancora piuttosto riflessivo il mercato italiano, in cui da tempo, anche nella moda bimbo, è in corso una riorganizzazione del sistema dei punti vendita

Molti mercati esteri che già da qualche anno avevano fatto registrare un numero sempre crescente di visitatori hanno confermato in maniera esponenziale il trend positivo. E’ il caso della Russia e della Turchia, ma a sorpresa anche il Brasile.

Notizie positive anche dai mercati di Cina, Canada, Gran Bretagna, paesi dell’ex Unione Sovietica, Giappone e Stati Uniti.