Come scegliere la migliore biancheria intima per bambini e bambine

AB073K3_00100.400x40027Convincere il tuo bambino a indossare la biancheria intima che più ti aggrada può essere un incubo. In primo luogo, la biancheria intima non si adatta sempre bene al tuo piccolo e, inoltre, il bambino o la bambina potrebbe essere abbastanza irrequieto/a, o semplicemente in grado di fare… tutto quello che ama fare alla sua età: correre, sdraiarsi per terra, muoversi in continuazione, con ciò che ne consegue sull’ordine dell’abbigliamento e della biancheria.

Ma in che modo riuscire a individuare i migliori capi di biancheria intima? Come orientarsi tra le mutande in cotone, gli ottimi top Cotonella per bambina, la canottiere e tutto ciò che dovrebbe far parte del corredo della tua bimba o del tuo bimbo?

In primo luogo, ricorda che uno dei primi problemi che i bambini hanno con la biancheria intima è che – semplicemente – i capi di abbigliamento intimo non si adattano a loro. Troppo stretto in vita, troppo largo nella zona inferiore o semplicemente “scomodo”, sono caratteristiche piuttosto comuni che potrebbero determinare una disaffezione nei confronti di capi basilari.

Dunque, la prossima volta che cercherai della biancheria intima, dai sempre un’occhiata alla tabella delle taglie del marchio che stai per acquistare. Noterai che non sempre le taglie sono omogenee, e che le differenze tra singole marche sono a volte piuttosto evidenti. Piuttosto che indovinare le dimensioni basate esclusivamente sulle dimensioni dei jeans o dei pantaloncini che indossa il tuo bambino, cerca invece di trovare la taglia appropriata della sua biancheria intima attraverso una tabella specifica per quel brand, che ti indurrà a effettuare qualche misurazione diretta sul tuo piccolo, al fine di evitare qualsiasi margine di errore.

Ricorda anche che se non è possibile restituire la biancheria intima del bambino con taglia sbagliata (cosa che probabilmente avverrà) e se non trovi taglie intermedie utili per le sue esigenze, è necessario acquistare da una società diversa. Dopotutto, proprio come con la biancheria intima per adulti, la vestibilità può variare notevolmente a seconda del nome del marchio.

Tra i principali consigli che ci sentiamo di condividere con te, c’è naturalmente anche quello legato al necessario benessere per i tuoi piccoli. Ricorda di scegliere solo marchi di intimo che ti garantiscano le migliori rassicurazioni sui materiali utilizzati: in linea di massima, si tratterà di brand che utilizzano esclusivamente cotone della migliore qualità, che ti eviterà inutili preoccupazioni.

Un consiglio finale è poi quello di andare online e visualizzare le recensioni delle aziende che vendono biancheria intima per bambini. Su alcuni portali specializzati potrai trovare tante recensioni di prodotti sulle collezioni di intimo e pigiameria in vendita: questo ti permetterà di vedere cosa stanno dicendo altre mamme sulla biancheria intima dei loro piccoli. Utilizza dunque queste recensioni per aiutarti a prendere le decisioni migliori in merito alla vestibilità della biancheria intima di tuo figlio. E non dimenticarti di fare altrettanto: lasciare una sincera recensione ti richiederà solo pochi secondi, e permetterà ad altre madri come te di poter arrivare a una decisione più consapevole!

 

Vestire un neonato: i coprifasce

leggings per neonatiL’abbigliamento per neonati risponde a una semplice funzione: coprire il corpo consentendogli il massimo comfort e lasciandogli ogni possibilità di movimento. Oltre a questo è importante avere un arsenale di capi facili da lavare e pratici da indossare, perché il momento della vestizione non sia una tortura (per noi e per il neonato). Tra i capi di abbigliamento per neonato più comodi, le ghettine e i coprifasce rivestono un’importanza assoluta. Prima di tutto il neonato li indosserà ogni giorno e in ogni stagione dell’anno, secondariamente sono uno dei capi che si sporcano di più ed è quindi importante possederne un buon numero, per non trovarsi mai senza.

Modelli e tessuti
I modelli di ghettine e coprifasce disponibili in commercio si assomigliano un po’ tutti tra di loro. Stiamo parlando in sostanza di pantaloncini, muniti di copertura anche per i delicati piedini del bambino. A vederli così non si tratta certo di capi eleganti, ma di qualcosa di pratico e confortevole: del resto è proprio ciò che serve al bambino appena nato, che necessita prima di tutto di protezione. Visto che si indossano già a partire dai primi giorni, quando il bimbo non esce neppure di casa, non è tanto importante che lo proteggano dal freddo in modo eccessivo; per questo scopo sono disponibili coperte, trapunte e imbottiti di vario genere. Original Marines, ad esempio, propone ghettine in cotone di prima qualità nei colori tenui e in fantasie delicate. Il fresco cotone è adatto ad ogni stagione, protegge, è delicato sulla pelle e non causa alcun tipo di arrossamento o sfregamento eccessivo.

Più comode dei body
Molti preferiscono vestire il neonato con i classici body, che coprono l’intero corpo. Se stiamo parlando di coprifasce leggeri, da indossare come capo intimo, allora certamente il modello body è tra i più pratici. Se invece si tratta di un coprifasce intero, che copre fino ai piedini, allora le cose differiscono di gran lunga. Prima di tutto far indossare a un neonato un capo di abbigliamento tutto intero non è così facile come sembra; queste lunghe tutine sono poi anche molto scomode, soprattutto nei primi giorni di vita, quando il bimbo fa numerosi movimenti “inconsulti”. Molto meglio preferire delle ghettine, da abbinare ad una comoda magliettina o a un qualcosa di più pesante. Nel caso in cui il clima sia molto rigido le ghettine saranno poi coperte da ulteriore abbigliamento, o da qualche tessuto protettivo, in modo da mantenere il bimbo al caldo, senza rinunciare alla comodità e al comfort.

Lavare le ghettine
Questo capo di abbigliamento è più pratico anche per i lavaggi. Prima di tutto perché si tratta di semplice cotone, che si può lavare efficacemente con qualsiasi detergente e che tende a non macchiarsi in modo eccessivo. Stiamo comunque parlando di un capo di abbigliamento che tenderà a sporcarsi con grande facilità, quindi è opportuno averne a disposizione un certo numero; del resto si tratta di ghettine per neonato, dal costo irrisorio e che potranno essere utilizzate a piacere nei primi mesi di vita.

Back to school, Zara bimba a/i 2015-2016

Ferragosto è ormai passato e anche se molti di noi devono ancora godere delle ferie estive e stanno ancora pensando a cosa portare in valigia, i più sentono già la pressione del ritorno alla vita di tutti i giorni. Anche i più piccoli ne risentono, perchè proprio loro dovranno tornare sui banchi di scuola, magari cambiare classe o rivedere quel compagno che proprio non riescono a tollerare. Come migliorare l’umore delle nostre bambine? Rinnovando il guardaroba magari!

back-to-school-girl_1024

Goodyear e Od Distribution lanciano Kidsplay, il primo brand outdoor dedicato ai bambini

Kidsplay è un alleato per proteggere i bambini dai vestiti e dalle scarpe inzuppate, sia in spiaggia durante gli improvvisi acquazzoni estivi e le relative giornate di pioggia, sia per divertenti escursioni tra i ruscelli e per saltare nelle pozzanghere! Kidsplay, infatti, li terrà all’asciutto e dopo un semplice e rapido risciacquo tornerà come nuovo.

tutine goodyear

Collezione p/e 2012 Artigli Girl: No More Dolls!

artigli-girl-pe-2012-no-more-dolls

Le ragazze di Artigli non scherzano: sono determinate, amano la moda, sono eleganti, ma anche casual allo stesso tempo. Anche se la frase che meglio descrive la collezione è: No More Dolls only Artigli Girl! sono ragazze che non dimenticano il loro lato di bambine cresciute portando ancora con sè un peluche o una bambola. Così si presenta l’immagine della linea girl di Artigli per la primavera estate 2012.  La collezione è stata presentata in anteprima al Pitti Immagine Bimbo n°74.

I Pinco Pallino p/e 2012, la moda esclusiva per i più piccini

collezione p/e 2012 i pinco pallino

Con questo post vogliamo deliziarvi, letteralmente, perché anche se quella de I Pinco Pallino Imelde & Stefano Cavalleri non è una moda destinata agli adulti, riesce comunque a farci sognare. Azienda nata negli anni Ottanta, si è imposta velocemente anche a livello internazionale grazie allo spirito in bilico armonioso tra innovazione, tradizione e cura sartoriale della lavorazione e delle linee.

Perché vestire un bambino è un affare da grandi e da I Pinco Pallino lo fanno alla grande: creatività, gusto per le tendenze, sottili richiami romantici e un po’ fiabeschi che rendono magico ed esclusivo l’abbigliamento dei più piccini. Con la sua collezione primavera/estate 2012 il marchio si conferma leader nel settore e vero e proprio punto di riferimento per chi crea la moda bimbo.

L’ironia multicolor della nuova collezione Kids P/E 2012 di A-Style!

A-Style collezionebimbo estate 2012 felpe tshirt fumetti cappellini

Se fossi mamma comprerei sicuramente, data l’alta qualità, simpatia e colori dei suoi prodotti, i capi del brand A-Style, ma se mio figlio mi dovesse chiedere cosa rappresenta esattamente quel logo credo proprio che farei la vaga e inizierei a tergiversare oppure mi inventerei qualcosa di completamente assurdo.

D’altronde fare una collezione per ragazzini con questo logo non è semplice, eppure il mercato non rifiuta queste operazioni che noi non condanniamo, per carità, ma nemmeno peroriamo interamente. Ma forse pecchiamo solo di ingenuità in tempi in cui Re Internet impera alzando il sipario dei grandi segreti della vita ai più piccoli prima che sia tempo di sbirciare dietro le quinte. Ma tant’è, lo street-style non è mai andato molto per il sottile e così è la moda che lo rappresenta. Forte, strong e diretta.

Manila Grace: accordo con Altana per la linea junior

Diventa ufficiale l’accordo di licenza tra Manila Grace e Altana per la realizzazione della linea Doralice bambina, una linea girl dai 4 ai 14 anni e una linea bebè dai 3/6 mesi ai 3 anni. La linea fresca, giovane e vivace di Manila Grace non è una stella minore ma un astro nascente che già risplende di luce propria. L’unione tra Manila Grace S.r.l. e Altana S.p.a. si rafforza con questo nuovo progetto che promette di conquistare nuove fette di mercato, oltre che nel segmento junior, anche in quello del bebè.

Manila Grace S.r.l. nasce a Bologna nel 2005 dall’intuito di tre professionisti della moda e dell’imprenditoria, accomunati dallo stesso sogno: disegnare collezioni sempre rivolte al futuro ed in grado di anticipare le tendenze.

Jacob Cohen Junior collezione a/i 2011 2012

La filosofia del marchio Jacob Cohen rompe con gli schemi tradizionali e si rivolge ad un pubblico attento alla propria immagine, che ricerca, anche nel capo che indossa, una coerenza di stile di vita inconfondibile ed in continua evoluzione. E su questa continua ricerca dell’unicità e della voglia di distinguersi si sviluppano tutte le collezioni Jacob Cohen: il jeans, uno dei capi più classici made in USA, grazie al know how e all’attento studio del particolare, e grazie ai lavaggi e finissaggi, ogni stagione sempre nuovi, diventa il perfetto esempio di una creatività sempre spinta al limite.

Il taglio sartoriale e la produzione interamente made in Italy sono il segno distintivo del brand che propone la stessa filosofia anche per le linee Junior bimbo e bimba (dai 6 ai 16 anni) risultato della collaborazione tra Jacob Cohen e Altana.

Amore, collezione a/i 2011 2012

La collezione autunno inverno 2011 2012 di Amore da 3‐6 mesi a 8 anni propone capi dai materiali e dai colori nuovi per un gusto romantico e bohemienne.  La collezione bambina è composta da tre temi: Bonton, Patisserie e Apres Midi.

La collezione è caratterizzata da tonalità di grigio e panna, tutte le gradazioni sul blu e grigio melange, marrone, viola e rosa antico. Si compone da capospalla dalla forma a uovo con arricciatura sul fondo, cappuccio di pelo di volpe e maniche a campana, coprispalle in tricot effetto melange, camicia body con fiocchi applicati.

Jeckerson: collezione bimbo a/i 2011 2012

La nuova collezione baby autunno inverno 2011 2012 di Jeckerson da 1 a 10 anni propone capi dalle linee classiche in stile “college” abbinati a pezzi più “street” per un’idea di look completamente destrutturata. Oggi daremo uno sguardo alla collezione bimbo. Domani scopriremo la collezione 0-10 anni per la bambina.

La collezione da ragazzo è composta da t‐shirt a manica lunga in jersey, polo in piquet, felpe zippate, tricot in lana extralight, camicie a quadri e camicie in denim proposte in tre lavaggi. Le novità di collezione sono le felpe con toppe in pelle sui gomiti, felpe grigio melange sovratinte nei colori verde e avio scuro e maglie in jersey, con e senza cappuccio, con dettagli sul colletto che ricordano le divise da rugby.

Pinko Up, collezione bambina a/i 2011 2012

La nuova collezione Pinko Up, divisione della linea per le bambine presenta, per la stagione autunno inverno 2011 2012, tre temi: Art Work, Pretty Woodstock e Lady Oscar.

Art Work.
Questa collezione si distingue da modelli dalle linee e dai tessuti romantici a capi military chic e grintosi: T-shirt con stampa effetto polaroid, con stampa di collane su t-shirt e canotte, felpe con collo staccabile con fiocco, fiammate effetto used, a maniche corte da portare sovrapposta ad altre t-shirt, maglie in jersey con fiocco e kefiah staccabile, camicie in popeline, short in patch di tessuto gessato abbinato a pizzo, gonne in tessuto plissettato o spinato nero e drappeggiate.

Thylane, baby-model e fashion victim

Thylane Loubry Blondeau vogue enfants

Thylane Loubry Blondeau è bella, bionda, magra, con un paio di occhi azzurri color del cielo. Fa la modella e ha conquistato la copertina di Vogue. Fin qui nulla di eccezionale, tranne che Thylane ha solo dieci anni e la cover, per il momento, è quella di Vogue Enfants.

Thylane, bambina-modella è la versione modaiola delle reginette di “Little Miss Sunshine”, il famoso film che vinse due Oscar qualche anno fa, ve lo ricordate? Era incentrato sul mondo, davvero squallido, dei concorsi di bellezza per bambine truccate e vestite come delle adulte.

Replay&Sons collezione estate 2011

La collezione estate 2011 di Replay&Sons dalla vestibilità dai 4 ai 14 anni s’ispira al concetto di ritorno alle origini attraverso l’autenticità dei cap del brandi, dei trattamenti e delle lavorazioni tipiche che da sempre contraddistinguono il mondo Replay.

Il concept di questa collezione si rifà a un modello di bambino che ama stare con gli altri. I bambini Replay&Sons sono espansivi, fantasiosi e che vivono in un mondo colorato in cui il rispetto per gli altri e la vita in famiglia sono vissuti in modo sano e positivo.

Il denim è il piatto forte della collezione ed è ricca di una serie graduata di lavaggi medio scuri, medi e chiari. I lavaggi medi si caratterizzano per interventi spot color, mentre quelli chiari s’impreziosisce di toppe e rotture. I color pants presentano tinture used, come pure la gonnellina impreziosita dall’orlo ajour reso grintoso grazie a leggere rotture. Da segnalare il modello short carrot decorato con spruzzature, dal look vintage.