Vestire un neonato: i coprifasce

di Redazione Commenta

leggings per neonatiL’abbigliamento per neonati risponde a una semplice funzione: coprire il corpo consentendogli il massimo comfort e lasciandogli ogni possibilità di movimento. Oltre a questo è importante avere un arsenale di capi facili da lavare e pratici da indossare, perché il momento della vestizione non sia una tortura (per noi e per il neonato). Tra i capi di abbigliamento per neonato più comodi, le ghettine e i coprifasce rivestono un’importanza assoluta. Prima di tutto il neonato li indosserà ogni giorno e in ogni stagione dell’anno, secondariamente sono uno dei capi che si sporcano di più ed è quindi importante possederne un buon numero, per non trovarsi mai senza.

Modelli e tessuti
I modelli di ghettine e coprifasce disponibili in commercio si assomigliano un po’ tutti tra di loro. Stiamo parlando in sostanza di pantaloncini, muniti di copertura anche per i delicati piedini del bambino. A vederli così non si tratta certo di capi eleganti, ma di qualcosa di pratico e confortevole: del resto è proprio ciò che serve al bambino appena nato, che necessita prima di tutto di protezione. Visto che si indossano già a partire dai primi giorni, quando il bimbo non esce neppure di casa, non è tanto importante che lo proteggano dal freddo in modo eccessivo; per questo scopo sono disponibili coperte, trapunte e imbottiti di vario genere. Original Marines, ad esempio, propone ghettine in cotone di prima qualità nei colori tenui e in fantasie delicate. Il fresco cotone è adatto ad ogni stagione, protegge, è delicato sulla pelle e non causa alcun tipo di arrossamento o sfregamento eccessivo.

Più comode dei body
Molti preferiscono vestire il neonato con i classici body, che coprono l’intero corpo. Se stiamo parlando di coprifasce leggeri, da indossare come capo intimo, allora certamente il modello body è tra i più pratici. Se invece si tratta di un coprifasce intero, che copre fino ai piedini, allora le cose differiscono di gran lunga. Prima di tutto far indossare a un neonato un capo di abbigliamento tutto intero non è così facile come sembra; queste lunghe tutine sono poi anche molto scomode, soprattutto nei primi giorni di vita, quando il bimbo fa numerosi movimenti “inconsulti”. Molto meglio preferire delle ghettine, da abbinare ad una comoda magliettina o a un qualcosa di più pesante. Nel caso in cui il clima sia molto rigido le ghettine saranno poi coperte da ulteriore abbigliamento, o da qualche tessuto protettivo, in modo da mantenere il bimbo al caldo, senza rinunciare alla comodità e al comfort.

Lavare le ghettine
Questo capo di abbigliamento è più pratico anche per i lavaggi. Prima di tutto perché si tratta di semplice cotone, che si può lavare efficacemente con qualsiasi detergente e che tende a non macchiarsi in modo eccessivo. Stiamo comunque parlando di un capo di abbigliamento che tenderà a sporcarsi con grande facilità, quindi è opportuno averne a disposizione un certo numero; del resto si tratta di ghettine per neonato, dal costo irrisorio e che potranno essere utilizzate a piacere nei primi mesi di vita.

Rispondi