Autunno Inverno 2010 2011 scarpe Fornarina

di Giulia Ferri Commenta


Si chiama Glamour Shoes la collezione invernale delle calzature Fornarina che per la stagione fredda ha in serbo tanti mood di tendenza che non mancherano di confermarsi come must have.

Tra i modelli che sicuramente faranno braccia nei cuori delle fashion victim probabilmente sarà il modello Chantal tra le più gettonate. Non solo per l’importanza dei nomi che generano simpatia e repulsione, questo decollete è così grazioso e invitante che vien subito la scusa di non averne un modello simile nel guardaroba: non una con una zeppa intermedia come questa. Non colorate come queste. Tra il classico e il trend ma decisamente non tradizionali. Ecco una linea di tendenza alternativa con influenze contemporanee.

Per chi predilige una scarpa da abbinare un pò dapperttutto non c’è che l’imbarazzo della scelta: il modello Bea in camoscio blu o rosa, il modelloo Victoria con il tacco tipico dello stiletto. Così come Guendalina che è uno stivaletto di camoscio nero o beige realizzato nel pellame più morbido.

Per le serate più eleganti dove il look dev’essere impeccabile e tirarsi a lustro è d’obbligo ecco i modelli più chiccosi: le argentate Ginger e il rosso di Giosy.

Con l’inverno non spariscono i modelli ballerina e i mocassini che con la loro comodità hanno rapito molte preferenze a discapito dei tacchi. Anche qui colori dal rosa al blu per il modello Grace.

Bellissimo e quasi imperdibile benchè l’anno scorso hanno fatto capolino un pò ovunque, le polacchine. Fornarina con il modelloo Jenna le presenta con un po di tacco. soluzione ottimale per non farle sembrare sfacciatamente maschili.

Non possono mancare per la stagione fredda la linea degli stivali che vanno dallo stivalone modello Godyva agli scarponcini con stringhe Dionne. anche qui la gamma si uniforma alla tendenza con fibbie e applicazioni metalliche.

Un’intera collezione che non mancherà di incontrare il gusto delle fans di Fornarina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>