Coopa-Roca una cooperativa sociale per le favelas di Rio De Janeiro

di Giulia Ferri Commenta

coppa-roca rio
Maria Teresa Leal, per gli amici Tetê è un ex sociologa che ha a cuore i sogni di riscatto di popolo dimenticato di oltre 150 mila persone, ma Rocinha sebbene sia la più grande è solo una della 700 favelas di Rio de Janeiro.

Ma rappresenta per tutto il mondo la voce dignitosa della povertà che vuole risollevarsi dalla sua condizione di non ascolto.

E per farlo Maria Teresa Leal ha scelto il lavoro.
Arrivata a Rocinha trentanni fa con l’obiettivo di realizzare il progetto di riclicaggio di rifiuti producendo giocattoli per bambini, si è accorta dell’abilità delle donne nell’arranggiarsi egregiamente nella confezione improvvisata del vestiario, ricavato dai pochi stracci trovati per strada.

Bene, la sua idea di mettere in piedi una cooperativa di sarte specializzate nel ricamo e nella finizione è oggi una realtà che finalmente è agli occhi del mondo.

Si chiama Coopa-Roca – Coooperativa de Trabalho Artesana e de Sostura da Rocinha – e in più di un’occasione
è stata fazionista per Agent Provocateur, Carlos Miele e Lacoste.

Rispondi