Furla lancia il progetto #candycool per creare la Candy bag glocal e limited edition

di Sandra Rondini Commenta

Candy Bag

Dopo il grande successo del “Candybrissima Tour“, installazione artistica itinerante in oltre dieci diverse città di tutto il mondo, la “Candy Bag” di Furla torna ad essere protagonista di un nuovo concorso di idee all’insegna della creatività allo stato puro. Furla, infatti, ha lanciato il progetto “#candycool”, invitando i creativi di tutto il mondo a reinterpretare, secondo la propria cultura e la propria fantasia, la sua famosissima it bag.

Furla, ancora una volta, si dimostra un’azienda aperta al nuovo ed è a caccia di giovani talenti da scoprire e lanciare e lo fa attraverso la sua It bag del momento, la borsa che attualmente nel suo e-store, nella versione “Candy Sunset”, in plastica trasparente e nunace degradé, è la più venduta in assoluto per via dei suoi meravigliosi colori sfumati. L’obiettivo di Furla è quello di è formare dei mini team creativi in ogni paese, per affidare a ciascuno una elaborazione originale della “Candy Bag“. Le prime tappe previste sono in Giappone, Hong Kong, Cina e Corea. Seguiranno poi gli Stati Uniti e, infine, l’Europa.

In pratica, si tratta di una staffetta di idee: ogni team passerà a quello successivo il risultato della propria ricerca, dando così nuovi spunti e componendo via via una collezione di “Candy Bag” assolutamente uniche nel loro genere perchè ciascuna sarà sia “local” che “global”, ossia sarà sia espressione della cultura locale che di quelle che stanno partecipando alla staffetta. Sarà, quindi, “glocal”.

Ogni “Candy Bag” sarà presentata nelle boutique Furla della città dove opera il team, prima che il progetto passi nelle mani del team successivo. Il progetto “#candycool” è già partito con la sua prima squadra all’opera  in Giappone, a Tokyo. Finito il tour mondiale, l’ultimo testimone passerà ai designer di Furla che, sulla base delle “Candy Bag” realizzate, svilupperanno una limited edition del bauletto in quattro modelli che saranno, poi, presentati durante la prossima edizione di Milano Moda Donna a febbraio 2014.

photo credit Furla

Rispondi