Gherardini e la Ghe Bag a/i 2011 2012. Parte Seconda

di Paola Perfetti Commenta

Come promesso, eccoci pronti a proseguire il nostro discorso introdotto ieri sulla storia di Gherardini, i suoi speciali festeggiamenti per i 125 anni della casa di moda fiorentina e con il focus che abbiamo voluto dedicare alla mostra organizzata in occasione di Pitti W, la sezione al femminile di Pitti Uomo 2011.

In quella sede, Gherardini ha deciso di esporre alcuni dei pezzi forte della maison, quelli che hanno reso celebre il brand e il suo stile made in Italy in tutto il mondo. Senza dimenticare di mostrare le novità per il prossimo autunno inverno 2011 2012: alla mostra-esposizione di Gherardini, infatti, c’era anche la Ghe Bag a/i 2011 2012, vero pezzo cult in fatto di accessori per l’anno prossimo. Scopriamola insieme!

Con Pitti W, Gherardini ha voluto dimostrare ancora una volta il perché la maison fiorentina sia ancora oggi, dopo 125 anni, un’icona di stile e del miglior made in Italy. Per celebrare oltre un centenario di successi, Gherardini ha infatti deciso di proporre per l’a/i 2011 2012 il ritorno della Ghe Bag, un modello storico con materiali prestigiosi e tinte avant-gard per un “cult look”.

Perché “Ghe Bag”?

Il nome è il diminutivo di Gherardini. “Ghe Bag”, già rieditata anche per la primavera estate 2010, è di fatto una delle borse di punta della maison Gherardini fin dagli anni Settanta, una soluzione alla quale la casa di moda non rinuncia e a cui dedica continui rinnovamenti, stagione dopo stagione.

Ghe Bag Gherardini a/i 2011 2012

Per il prossimo autunno inverno 2011 2012 Gherardini ha ripensato alla Ghe Bag, un modello d’epoca in versione esclusiva riprodotto nei materiali più pregiati e con colori glamour, dal coccodrillo purple alla pelliccia di agnello mastice. Quella presentata a Pitti W, però, è stata una Ghe Bag piccola, una preziosissima hand bag declinata in tantissime varianti, dalle classiche in vitello palmellato alle novità preziose in caimano, struzzo o realizzate con ricami, intrecci e paillettes.

Insomma, tanti punti fermi e novità: anche per la prossima fredda stagione, la Ghe Bag non perderà le caratteristiche che l’hanno resa un cult, ovvero la chiusura originale a doppio cilindro, la stessa che ritroviamo anche sugli attacchi delle doppie maniglie annodate.Già, ma  … qual é la storia della mitica Ghe Bag?

Storia di una Ghe Bag

Si parte dalle atmosfere “Belle de Jour”, lo storico film in cui il regista francese Luis Bunuel raccontava di Parigi e della bellissima Catherine Deneuve e si arriva ad una storia di borse italianissime, borse che denotano una forte tradizione italiana dallo spiccato retrò francese, ma con una qualità specialissima e unica, quella tipica del brand.

Molte sono state le riedizioni della Ghe Bag, dalla Dodicidodici alla Bellona, e tante sono le nuove proposte impreziosite da minuterie metalliche. Le esclusive chiusure sono state rielaborate secondo le fonti di archivio assegnando all’accessorio una personalità fortissima. Chi non riconoscerebbe a colpo d’occhio una borsa Gherardini dal doppio cilindro, la chiusura a chiodo, la doppia “G”…?!

Tanti sono gli abbinamenti di materiali diversi in cui l’abbiamo visto riproposta: in vitelllo, in camoscia, in crosta, vernice con colori che spaziano dal cammello al rosso lipstick – vera tendenza di questa come della prossima stagione – fino ad arrivare alle nuance più raffinate come il derby gremì e i contrasti più originali e innovativi.

Insomma, questo è tutto, per ora, dalla maison Gherardini e dalla storia Ghe Bag: tutto fino ai prossimi 125 anni di pieno made in Italy!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>