Levi’s: adesso la moda passa anche da facebook

di Francesca Spanò Commenta

Se non è la marca più conosciuta al mondo, poco ci manca: la Levi’s ne ha fatta di strada negli ultimi due secoli da quando, nel 1853, è stata fondata a San Francisco, dall’omonimo emigrante di origine bavarese. Da allora la qualità dei capi non è mai cambiata forse, se è possibile, è migliorata, permettendo all’azienda di consolidare il proprio nome e di diventare nota soprattutto con i suoi mitici jeans, che restano i preferiti da giovani e non, ma anche con moltissimi altri prodotti e accessori sempre di moda e di tendenza. Calzature, t-shirt, pantaloni e così via, tutto dedicato a uomini, donne e bambini: ogni cosa trasmette gioia di vivere con i suoi colori e un vero e proprio modo di essere. Oggi per scambiarsi opinioni, per lasciarsi consigliare riguardo alle ultime collezioni o, semplicemente, per essere sempre informati sulle novità del brand, è possibile anche diventare fans della pagina di facebook e riconoscere, ancora una volta, come la Levi’s sia sempre in prima linea, quando si parla di anticipare stili e tendenze della moda. La sua forza sta anche in uno staff molto ben assortito, dove stilisti e sarti lavorano insieme per creare un prodotto che sia sempre il migliore sul mercato per i propri clienti.

Sul noto social network, la pagina dedicata a  Levi’s Italia è completa di tutto ed, in questo senso, non mancano le iniziative legate ai saldi di stagione, agli spot passati per i più nostalgici fino ad arrivare agli appuntamenti a tema. Si perché, come è d’abitudine per l’azienda presente in più di 110 Paesi del mondo, presto potrebbero moltiplicarsi  le iniziative di engagement  legate alla musica e ai concerti. Una lunga storia quella che interessa la marca e che inizia quando a metà dell’Ottocento fu fondata la Levi Strauss &Co.

All’inizio si trattava di una società di tessuti piuttosto piccola, gestita dalla famiglia che portava lo stesso cognome della ditta e che aveva una sede principale a New York. Allora la produzione era legata, soprattutto, a pantaloni molto resistenti e adatti al duro lavoro di molti operai dell’epoca. Negli anni ’20, poi, arrivarono i jeans, adatti ad ogni occasione, dal casual fino all’appuntamento più glamour. Sono trascorsi gli anni e l’abilità nel dare vita ad un abbigliamento che dura nel tempo è cresciuta, mantenendo inalterato quello che è un pò lo spirito del gruppo: qualità, convenienza e versatilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>