Marina Emanuela Saia posa per PlayBoy

di Giulia Ferri Commenta


Da Sahin a Saia: un’altra modella lanciata da PlayBoy che mi ha colpito non solo per l’assonanza del nome ma per i background agli antipodi. I genitori di Sahin si sono dichiarati sdegnati e si rifiutano di parlare con la figlia, invece i genitori di Saia a detta di lei sono entusiasti della carriera di playmate intrapresa dalla ventitreenne di origini rumene:

I miei genitori non hanno mai ostacolato le mie scelte. Mio padre ha comprato tante copie della rivista e mia madre l’ha detto a tutte le sue amiche.

E’ interessante come culture diverse si ritrovino a condividere la stessa copertina ma con un approccio totalmente diverso: la modella musulmana Sila Sahin vede il suo servizio fotografico come una rivincita verso un’educazione restrittiva soprattutto verso la donna, mentre la rumena Marina Emanuela Saia guarda questa cover sul numero di aprile di PlayBoy Italia come un trampolino di lancio verso una scalata sociale più elevata.

La modella, che è laureata in Editoria e giornalismo e parla 5 lingue ha infatti dichiarato:

Voglio sposare un uomo come Montezemolo perchè adoro gli uomini stropicciati dalla vita, uomini di polso capaci di guidare gli altri, raffinati ed eleganti

Ognuna insomma ha un motivo valido per andare su PlayBoy? e Voi?

Rispondi