Sergio Tacchini collezione a/i 2011 2012 rivisita due capi storici di John McEnroe

Spread the love

In tempo di Roland Garros e di successi italiani, parlare di tennis e moda sportiva è cosa semplice. In tema di novità di stagione, poi, perché non segnalare un brand iconico dell’abbigliamento sportif chic che ha fatto epoca, oltre che storia? Parliamo di Sergio Tacchini, la cui “storia del Tennis rivive fuori campo”.

Per il prossimo autunno inverno 2011 2012, infatti, Sergio Tacchini ha deciso di far rivivere la storia del tennis e i suoi appassionati estimatori portando fuori dalla terra rossa due capi iconici del suo marchio, due capospalla vintage ma sempre performanti che furono indossati da uno degli sportsmen più famosi al mondo. Mai sentito parlare di John McEnroe?

La Polo Super Mac fu disegnata appositamente per lui all’inizio degli anni Ottanta così da andare a sostituire la mitica polo “Young Line”. Per chi non se la ricordasse, ma volesse fare un salto nei mitici Eighities (che fra parentesi sono un’altra delle grandi tendenze di questa come della prossima stagione), niente paura: la grafica e i dettagli della nuova versione by Sergio Tacchini resteranno quelli originali, e non mancheranno nemmeno le inimitabili righe Sergio Tacchini tracciate orizzontalmente sul petto, con il collo calato in perfetto stile ’80!

A dire il vero, una cosa la griffe l’ha cambiata. Giusto per non tralasciare nulla, ha deciso di introdurre come novità il pregiato cotone piquet, un materiale che rende questa polo sempre attuale e sempre ricercata. Ma non è tutto.

Veniamo al secondo pezzo storico “che fu di McEnroe”, e parliamo della felpa Ghibli: si tratta di un capo che appartiene alla linea omonima nata negli stessi anni come divisa ufficiale della squadra US di coppa Davis, della quale McEnroe fu assoluto protagonista.

Nel giro manica, le applicazioni sottolineano la costruzione raglan tipica dell’abbigliamento sportivo che andava in quegli anni e utilizzata per facilitare i movimenti degli atleti. Il tessuto scelto, invece, è proprio quello originale, il polycotton. Il fit? Completamente rivisitato in chiave moderna: ok non siamo tutti McEnroe o la Schiavon, ma almeno nel look ci possiamo credere , no?

Lascia un commento