Vitussi, dal fico d’india una preziosa collezione di borse

di federica guarneri Commenta

Un omaggio alla terra d’origine di Vito Petrotta Reyes, anima e cuore del nuovo brand di borse Vitussi. Cresciuto tra i colori e l’odore della creta del laboratorio di ceramica della nonna Linda Chauffourier e in mezzo alle tele dello studio di pittura della madre Fulvia Reyes, dopo tanti anni spesi in giro per il mondo, il designer decide di tornare a Palermo, in quello spazio che è stato il suo mondo magico, un luogo senza tempo dove tutto è possibile.

La borsa firmata Vitussi diventa oggetto di attenzione, di ammirazione, un’ espressione artistica, capace quasi di suscitare emozioni. Le borse Vitussi sono destinate ad una donna elegante ed ironica che, con il suo carattere forte, possa reggere gli sguardi e compiacersi del suo acquisto.  I preziosi scrigni con interni con ricamo personalizzato di Vitussi fanno innamorare al primo sguardo grazie alle infinite varianti di materiali, forme, texture e preziosi dettagli per un unico, personale, divertente, accattivante gioco che esalta la propria personalità.

Nella collezione di borse scrigno lo stilista siciliano ha proposto un nuovo materiale ricavato dalla trasformazione delle pale di fico d’india dalle quali viene estratta la retina di fibra legnosa. Dopo essere stata pulita, sovrapposta, resinata e talvolta colorata, questa diventa protagonista delle borse Vitussi grazie alla sua naturale trasparenza e resistenza. Simbolo di una Sicilia selvaggia e dalla tradizione antica, il ficodindia rende unica e desiderabile questa borsa scrigno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>