Europei 2012: la moglie e il piccolo Christopher con la stessa divisa di Cassano

di Sandra Rondini Commenta

Forse resterà una delle immagini più tenere di questo Europeo: la moglie e il figlio di Antonio Cassano vestiti con la stessa divisa dell’amato papà e marito. Il dettaglio più carino era che, naturalmente, avevano lo stesso numero che Cassano indossa in campo, il mitico numero 10, e sulle spalle il piccolino aveva la scritta “Papà”, mentre lei aveva scelto la frase “Amore Mio”. L’immagine ha commosso tutti i presenti seduti in tribuna, non si era mai vista una coppia così dolce tifare insieme per l’uomo più importante della loro vita.

La dolcissima e paziente Carolina Marcialis è sposata da appena due anni con uno dei personaggi più controversi del calcio italiano a causa del suo carattere non proprio facile e accomodante, ma lo ama tantissimo sin da quando si incontrarono per caso a Nervi e fu amore a prima vista tra il barese sempre a caccia di guai e l’elegante Carolina, campionessa europea di pallanuoto con la Nazionale di categoria. Personalmente la riteniamo una donna da ammirare in un mondo in cui il solito calciatore si accompagna alla solita velina o starlette che si presenta poi allo stadio manco fosse il parterre di una sfilata per attirare i flash dei fotografi, ha indossato solo la maglia della Nazionale di calcio firmata Puma, un paio di occhiali con la montatura colorata e dei leggings color carne aderentissimi.

Eh sì che lei se li può permettere essendo la ventunenne Marcialis un’atleta di pallanuoto. In braccio Carolina stringeva con orgoglio il piccolo Christopher, un anno e due mesi, un biondino dall’aria simpatica e divertita che assomiglia tantissimo al suo celebre padre. Questa è per lui la prima competizione sportiva di alto livello in cui ha l’occasione di vedere giocare il suo papà. E scommettiamo che è proprio lui il suo primo tifoso!

Quanto a Carolina, vestita come una semplice tifosa, quasi senza trucco, contenta solo di trovarsi lì per stare con i due grandi amori della sua vita, ha tutta la nostra stima perché Cassano ha dimostrato, a differenza di tanti suoi colleghi ritenuti più calmi ed equilibrati, di aver saputo, pur (o proprio?) con il suo carattere un po’ folle ed eccentrico, scegliere saggiamente la donna della sua vita, senza cadere nelle trappole delle solite belle ragazze tutte curve e poco cervello che come api attorno al miele ronzano da sempre attorno ai calciatori. Non saranno cool come i Beckham, ma questa coppia così italiana, semplice e innamorata, con le maglie con le dediche, a noi piace tantissimo!